Cerca

Bagarre elettorale

Grillo: "Niente fiducia a nessun governo"

Beppe Grillo

Beppe Grillo

 

Il Movimento 5 Stelle, almeno i suoi vertici, tifano per il caos. L'unico loro obiettivo è generare confusione nella confusione, come dimostra il balletto sull'eventuale appoggio a qualsivoglia tipo di esecutivo. L'ultima parola, in mero ordine cronologico, è quella del grande capo, Beppe Grillo, che nel suo blog, centro di gravità degli assurdi equilibri politici dell'Italia post-elettorale, scrive: "Il M5S non darà la fiducia a un governo tecnico, né lo ha mai detto. Non esistono governi tecnici in natura, ma solo governi politici sostenuti da maggioranze parlamentari".

Il regno dell'assurdo - Parole, quelle di Grillo, che sembrano cozzare con quelle del capogruppo al Senato del Movimento, Vito Crimi, che ieri, lunedì 4 marzo, chiudendo la porta a ogni governo politico sembrava aver aperto a un esecutivo tecnico. Dopo ore la parziale smentita dello stesso Crimi seguita, adesso, dalla presa di posizione del comico ligure. Il caos, insomma, è totale. I grillini sono spaccati, indecisi, e Beppe cerca di serrare le fila. Ma il balletto degli esponenti più in vista del Movimento - a cui partecipa anche il guru Gianroberto Casaleggio, che aprì a un governo di minoranza con appoggio esterno, provvedimento per provvedimento - non fa altro che aumentare la confusione.

No anche a Monti - Nell'intervento sul blog, Grillo si scaglia poi contro l'ultimo esecutivo: "Il governo Monti è stato il governo più politico del dopoguerra, nessuno prima aveva mai messo in discussione l'articolo 18 a difesa dei lavoratori. Il presidente del Consiglio tecnico è un'enorme foglia di fico per non fare apparire le vere responsabilità di governo da parte di Pdl e pdmenoelle". Porte chiuse, insomma, anche a Mario Monti. Porte chiuse definitivamente. Un'altra piroetta: nei giorni scorsi, infatti, il Movimento 5 Stelle era parso incline a prendere in considerazione la cosiddetta "prorogatio" del governo tecnico.

Crimi tutto da ridere - Da buon soldatino, come detto, anche Vito Crimi - e sempre sul blog di Grillo - ha scritto la sua smentita, o la precisazione, alle parole pronunciate alla vigilia: "Non ho mai parlato di appoggio a governo tecnico, l'unica soluzione che proponiamo è un governo del Movimento 5 Stelle che attui subito e senza indugio i primi 20 punti del programma, e a seguire tutto il resto. Il nostro programma è chiaro ed è stato annunciato in tutte le piazze e in streaming. Le nostre parole di ieri in conferenza stampa sono state chiare e non lasciano dubbi. Abiutatevi a chi dice sì per sì, no per dire no, senza interpretazioni". Una frase, quest'ultima, che dopo tutte le piroette e i giochini del Movimento 5 Stelle, semplicemente, scade nel ridicolo.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • VincenzoAliasIlContadino

    06 Marzo 2013 - 11:11

    Io credo che seguendo l'Isola anal-fabeta con aria fritta, tra Trans-ilvania ed amici de l'Idi di Marx tanto convinti da eleggere Presidente della Repubblica ad un anticlericale come Fò.Così un successo d'Eletti-orali come Pirro$Sansone che di mattoni se ne intende!Ditemi come fare rialzare la cresta alla Politica,risuscitando i zombi e nababbi Pannoloni che hanno distrutto i sogni degli Italiani? SMEmo che proprio Andreotti-Colombo-Napolitano sono i principali responsabili del nostro Debito Pubblico che per seguire le Tangenti Parallele e Convergenti per crearsi consensi col Clientelismo, hanno costruiti i mostri di Cattedrale nel Deserto Rosso (tra cui l'Ilva),regalando al Pci Camera$Servizi,Partito di sicuro Comunista?Sbaglio che L'Unità è fallita 2 volte e le“Mani Pulite“ è una favola in bocca con l'Amaro Petrus?Ergo,che:Pci,Pds,Ds,Ulivo e Pd,hanno fallito e,Bersani o Renzi di sicuro Comunisti al posto giusto?

    Report

    Rispondi

  • VincenzoAliasIlContadino

    06 Marzo 2013 - 11:11

    ? Che dire dell'ultima operazione dell'autoproclamato “ Re Giorgio Marx I ” che co suo Uomo dei Monti, ha impoverito il Paese, ma prontamente aiutando con Draghi-BBE con un fiume di Mld€ regalati a Mps e alla Banche solo al a l'1%, mentre le Aziende, Società e gente comune non riesce ad avere un credito, prestito o Mutuo, ma con Carte di Credito paga alle stesse interesse che va dal 10 al 20% tanto a ricorrere al suicidio per vergogna che sarebbe utile aprire un'inchiesta per punire i responsabili? Che dire dell'affair SME e le svendita di gioielli di Stato da parte di Prodi e di Mps, ma processare Berlusconi? Che dire del Insider Trading, nuovi elementi per Mps? E con tutti i dati negatici in Economia, senza crescita e dati della BdI ed altre note Agency, occorre fare il Pirla o comportarsi da Signor NO? Secondo voi, chi andrà a sbattere Grillo milionario o eletti del M5s con 10.000€ il mese? Pensaci Giacomino.

    Report

    Rispondi

  • 19gig50

    05 Marzo 2013 - 23:11

    Lui è stato l'apri pista ma le sue idee sono già messe in discussione da quelli che aspirano ad occupare una poltrona. Presto sarà rottamato.

    Report

    Rispondi

  • nevenko

    05 Marzo 2013 - 21:09

    comico era e comico rimane.Amen.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog