Cerca

L'anatema del giornale dei vescovi

L'Avvenire contro Salvini: "Non andrai in paradiso"

L'Avvenire contro Salvini: "Non andrai in paradiso"

"Il mio Papa è Benedetto" aveva declamato domenica dal palco di Pontida il leader della Lega Matteo Salvini. Tempo nemmeno 48 ore e la reazione della Chiesa è arrivata questa mattina dalle colonne del quotidiano della Cei "L'Avvenire". L'editoriale, scritto dal direttore Marco Tarquinio, ha un titolo inequivocabile: "Giù le mani dai Papi". (E quel plurale, Papi, di certo è una spina nel fianco della Chiesa, giacchè mai prima nella storia cristiana dell'umanità si era determinata una situazione quale quella di oggi in Vaticano, se si esclude il breve periodo dei pontefici in quel di Avignone).

Fatto sta che Tarquinio ci va giù duro, lanciando una sorta di anatema al leader della Lega: "La faccia finita di mettersi addosso i Papi e di mettere loro mani e parole addosso. Non si va così in paradiso, neppure nel paradiso degli ignoranti e tantomeno in quello, solo elettorale, dei politici. Se Salvini vuole ritornare all'epoca degli attacchi leghisti a San Giovanni Paolo II portati nel pieno delle infatuazioni paganeggianti e degli pseudo riti celtico-padani, la strada è esattamente questa. Ma non si illuda che lo porterà lontano".

Replica a stretto giro di Salvini: "Secondo il direttore del giornale dei vescovi, il signor Marco Tarquinio, io e voi siamo ignoranti e non andremo in Paradiso.... Chiamerò in redazione "L' Avvenire" chiedendo se, per caso, il buon Dio ha delegato a loro la scelta di chi va e non va in Paradiso..."

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lucianaza

    21 Settembre 2016 - 21:09

    allora i papi mettano giù le mani dalle tasse, dalle case, da tutto il patrimonio italiano, se loro mettono bocca nella vita terrena degli italiani e non più in quella spirituale, allora noi mettiamo bocca nella loro vita che non si può dire sia senza macchia!

    Report

    Rispondi

  • scalone

    21 Settembre 2016 - 15:03

    C'è solo posto per i preti pedofili?allora non ne resta tanto di spazio.

    Report

    Rispondi

  • etano

    21 Settembre 2016 - 13:01

    Ma cosa né pensa il compagno Taquinio dei sacerdoti (o pseudo tali) cattocomunisti, filo islamici, filo terroristi e in parte pedofili?

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    21 Settembre 2016 - 12:12

    ....SALVINI,male che vada potrai vedere da lontano,molti "ARCIVESCOVI RUGGERI" e ti potrai divertire a ridicolizzarli!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog