Cerca

Pranzi (quasi) olimpici

"Mentre Malagò aspettava, la Raggi...". Il ristoratore smaschera la sindaca

"Era rilassata e scherzava con tutti"la Raggi al ristorante, parla il gestore. Poi quella battuta su Roma

Sandro Palmieri è l'uomo del giorno. Suo, infatti, il ristorante "Da Dino", dove Virginia Raggi si è fermata a pranzare mentre in Campidoglio il Presidente del Coni Giovanni Malagò l'aspettava per il meeting sulla possibilità (poi sfumata) di candidare Roma per i Giochi Olimpici del 2024.

Intervistato da Il Tempo, Palmieri ha raccontato del pranzo che gli è valso questi giorni d'improvvisa celebrità ("Mio figlio Dino oggi ha comprato molti quotidiani e su quasi tutti c’è il nome o la foto del nostro ristorante"). Virginia Raggi sarebbe arrivata intorno alle due del pomeriggio in compagnia dell'assessore alla Mobilità Meleo e un terzo uomo per un pranzo di circa mezz'ora: "Veloce, sì, ma non frettoloso. Hanno ordinato una sola portata ciascuno: la sindaca un minestrone con della focaccia, gli altri due hanno diviso un piatto di pasta con pomodorini e rughetta. Quando è arrivato il momento di ordinare da bere, la Raggi mi ha chiesto "un po’ d’acqua del Sindaco", cioè quella del rubinetto. Ci siamo fatti tutti una bella risata".

Ilarità e tranquillità, dunque, per la sindaca, come ha ribadito il gestore: "Ripeto, il pranzo è stato sì breve, ma a me è sembrato che i tre fossero abbastanza rilassati. Ovviamente è una sensazione personale". Insomma, la Raggi non avrebbe avuto alcuna fretta di andare dal povero Malagò...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • miraldo

    23 Settembre 2016 - 19:07

    Classici morti di fame, se il conto lo avesse pagato il comune avrebbero iniziato dell'antipasto fino all'amaro.......... Pidocchiosi...............

    Report

    Rispondi

  • esasperata49

    23 Settembre 2016 - 18:06

    a parte la" mala-educazione" da parte di qualsiasi persona ancora di più se sei una rappresentante di qualche istituzione....comunque mi sorge un dubbio, che l'abbia fatto x non avere un contraddittorio, ma il solito monologo a cui sono (purtroppo) abituati a fare.

    Report

    Rispondi

blog