Cerca

Scomparso

Qualcuno ha visto Casini?
Non si hanno notizie dal 25 febbraio,
il giorno della fine dell'Udc

Durante la campagna elettorale stava sempre in tv. Sognava palazzo Chigi e il Quirinale. Ora è in un silenzio monastico. Quell'1,74 per cento pesa sulle sue spalle. Pierferdy è stato scaricato da tutti

Pier Ferdinando Casini

L\'onniscente Casini

Che fine ha fatto Pierferdinando Casini? Nessuno lo ha visto. Nessuno lo ha sentito. La sua ultima dichiarazione risale al 25 febbraio. Lapidaria: "Nella vita si vince e si perde, vale per la vita e per la politica. Siamo sereni perché abbiamo fatto ciò in cui credevamo". Con quel 1,74 per cento in casa Udc hanno poca voglia di parlare. Pierferdy prima del voto parlava tanto. Era in tv quasi tutti i giorni. Faceva lo sponsor di Monti. Faceva lo spot di se stesso. Ora silenzio. Si sentiva un vincente. Pensava già a palazzo Chigi con il Prof affianco e sognava magari una presidenza delle Camere. E invece i numeri lo hanno inchiodato ad un esilio silenzioso. Quel Beppe Grillo che tanto ha criticato si è portato a casa un bel 25 per cento. Casini il 24 febbraio diceva: "Non possiamo permetterci un voto di protesta". Gli italiani lo hanno scaricato. Tutti. Casini sarà ancora in parlamento, ma è un miracolato. Andrà ancora a Roma a spese di Fini, che per il risultato tragico dell'Udc non è stato ripescato con Futuro e libertà. Sembra finito il tempo del Casini leader che con pochi numeri alle spalle dettava la linea dei cattolici e si proponeva con l'uomo degli intrecci e degli inciuci. Casini è scomparso e con lui tutto un partito. Lo ha scaricato pure Monti. Nei piani del prof per un centro che guardi al futuro lui non c'è. A Pierferdy importava solo la poltrona. Un altro giro di giostra. Ma se la legislatura sarà breve per lui la fine è vicina. Casini se ci sei batti un colpo. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • chiara valenzi

    07 Marzo 2013 - 18:06

    I moderati italiani si sono trovati nuovamente divisi e hanno facilitato la vittoria di questa supponente e perdente sinistra che ha vinto con lo 0,36 percento in più. Se quel fesso di Fini si fosse schierato col PDL sarebbe entrato nuovamente in parlamento con il suo 0,47 percento. Meglio così. Ma che brutta fine che ha fatto. Speriamo che personaggi squallidi come lui non se ne debbano incontrare più. Ha distrutto la destra di Almirante in vari passaggi. Mi dispiace soltanto che potrà godersi la pensione a Montecarlo con i suoi figli-nipoti.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    07 Marzo 2013 - 14:02

    Ei Fu...Siccome immobile,dato il mortal sospiro...Prese la bici e si fece un bel giro. Al mio paese dicono...Il saggio non sa nulla,l'intelligente sa poco,il "mona"sa tutto.

    Report

    Rispondi

  • OttavioD

    07 Marzo 2013 - 09:09

    In tutta onestà è una delle persone più inutili, per non dire dannose, nella situazione attuale. In un momento in cui è necessaria assoluta trasparenza e fermezza delle posizioni lui si è contraddistinto con la solita ambiguità e trasversalità. Non sorprende che l'elettorato lo abbia ignorato. In parlamento da oltre trent'anni, forse è anche ora di cambiare....

    Report

    Rispondi

  • Maxforliberty

    06 Marzo 2013 - 23:11

    Qual'è la brutta notizia?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog