Cerca

Alle urne

Referendum, c'è la data: si vota il 4 dicembre. Sondaggi: No al 55%

Referendum, c'è la data: si vota il 4 dicembre. Sondaggi: No al 55%

Ufficiale: il referendum costituzionale si voterà domenica 4 dicembre. Lo ha deciso il Consiglio dei ministri, dopo mesi di rinvii e tentennamenti. Intanto, tra una polemica sul titolo che ci ritroveremo sulla scheda e gli scenari post-voto, continua il balletto dei sondaggi. E il fronte del No gongola.

È stato il presidente dei deputati di Forza Italia Renato Brunetta a pubblicare sui social l'ultima rilevazione di Renato Mannheimer. "Conferma una tendenza chiara - spiega l'ex ministro -: al referendum costituzionale del prossimo autunno a vincere sarà il No. Rispetto all'ultimo sondaggio Eumetra Monterosa per Il Giornale (effettuato lo scorso 19 settembre) viene confermata una tendenza ormai irreversibile: i No sono sempre più in vantaggio (+2% in una sola settimana) rispetto ai Sì".
"Il No è dunque arrivato al 55%, il Sì sprofonda al 45%: non servono a nulla i trucchetti del premier mai eletto". Il voto sulla riforma costituzionale targata Renzi-Boschi, conclude Brunetta, non sarà "tecnico" ma "politico": "Ormai gli italiani hanno capito e non credono più al bluff di Matteo Renzi. I cittadini diranno un grande No al referendum, diranno No a questa
schiforma per mandare a casa questo sciagurato presidente del Consiglio e ripristinare la democrazia nel nostro Paese".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ernesto1943

    26 Settembre 2016 - 22:10

    sarà la più grande soddisfazione vedere sgonfiarsi il pallone.

    Report

    Rispondi

  • romamaccio

    26 Settembre 2016 - 19:07

    Purtroppo per le poche persone serie che ci sono ancora nel nostro paese,mi sono rassegnato a condividere le partecipazioni dei balletti politici, siamo condannati al fallimento perciò avendo bruciato la scheda elettorale non sarò complice del sistema.Chiamatemi quando deciderete di iniziare a fare cose serie.

    Report

    Rispondi

    • wilegio

      wilegio

      26 Settembre 2016 - 22:10

      Bruciare la scheda elettorale è come tagliarsi le palle per far dispetto alla moglie. Io, finché avrò la forza per farlo voterò ed esprimerò la mia opinione. Poi, come sempre, i politici faranno quel che vogliono, ma lo faranno contro il mio espresso volere. Questo mi impone la mia coscienza.

      Report

      Rispondi

  • koccobill

    26 Settembre 2016 - 19:07

    speriamo solo che non trucchino e votazioni.....

    Report

    Rispondi

  • aifide

    26 Settembre 2016 - 18:06

    Se Pinocchio spera di arrivare a Natale si sbaglia di grosso! Finirà molto male prima di San Nicolò.

    Report

    Rispondi

blog