Cerca

Dilettanti allo sbaraglio

Roma, anche il Ragioniere generale Stefano Fermante si dimette: scaricata Virginia Raggi

Virginia Raggi

Il punto è che non è una barzelletta: Virginia Raggi scaricata anche dal Ragioniere generale del Campidoglio, Stefano Fermante, che ha rimesso il mandato nelle mani della sindaca, allegando venti pagine che spiegano come la Capitale sia sull'orlo del default, del crac, della bancarotta. La notizia viene data da Repubblica. E, appunto, non è una barzelletta: il disastro grillino-capitolino continua, si allarga, si espande, si fa sempre più grottesco. Dopo il passo indietro dell'ennesimo assessore al Bilancio, Salvatore Tutino, un altra pedina, importantissima, è pronta a mollare la Raggi. Certo, c'entrano i problemi di una città ingovernabile, come ha spiegato Fermante nella sua relazione. Ma è difficile non vedere dietro alla scelta la presa d'atto che con questa Giunta - ancora immobile, travolta dagli scandali e alla perenne ricerca di assessori da silurare quanto prima - semplicemente non si può governare Roma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • akapana

    akapana

    30 Settembre 2016 - 00:12

    I romani devono essere dei masochisti. Non contenti dei 32 anni di porcherie prodotte da sindaci comunisti (verificare in internet gli anni in cui hanno Sgovernato Roma) ora affidano la capitale del paese a una che si è formata politicamente sulle chiacchiere di un ciarlatano. I soliti presuntuosi che dopo i comunisti mascherati da democratici vantano di essere gli unici onesti.

    Report

    Rispondi

  • placidoolivieri

    29 Settembre 2016 - 17:05

    Mi pare che avesse ragione chi ha detto che trattasi di una bambolina imbambolata.

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    29 Settembre 2016 - 16:04

    la colpa è del Libanese o del Dandy o del Freddo ? nooo la colpa è del Secco e Fierolocchio.

    Report

    Rispondi

  • ottomano42

    29 Settembre 2016 - 16:04

    Se Il meglio che i 5 stelle avevano per Roma è questo esempio di inefficienza penso che il sistema di scelta dei candidati vada LEGGERMENTE rivisto da Mr Grillo

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog