Cerca

Sì o No

Renzi contro Zagrebelsky da Mentana, il verdetto degli esperti: chi ha vinto

Renzi contro Zagrebelsky da Mentana, il verdetto degli esperti: chi ha vinto

Due mondi che si incontrano, senza capirsi. Secondo gli esperti di comunicazione, il dibattito sul referendum costituzionale tra Matteo Renzi e Gustavo Zagrebelsky finisce con un sostanziale pareggio. Ognuno per la sua strada: il premier e il professore, l'uomo mediatico con quello più a suo agio in cattedra, il giovane e l'anziano.

È la Stampa a pubblicare le "pagelle" a caldo dopo il faccia a faccia su La7 organizzato da Enrico Mentana. "Non pensavo che Zagrebelsky fosse così preparato alla tv: e invece ha avuto l'atteggiamento giusto, ha messo Renzi nella posizione dello studente", gongola Carlo Freccero, che con il costituzionalista condivide il No alla riforma. "Il professore fa il professore, e Renzi sta discutendo la sua tesi. La riforma è diventata una tesi di laurea". Divertente la lettura che Freccero dà dei due contendenti: "Troppe volte Renzi dice La rispetto, che significa Povero vecchio, la aiuto ad attraversare la strada del futuro". E Zagrebelsky? Sotto sotto pensa "Ma va là, il futuro è una pattumiera...: è la rivincita dei novecenteschi sui like".

Secondo Antonio Noto (Ipr Marketing) "sono due profili completamente diversi che si confrontano: più tecnico quello di Zagrebelsky; con una dose di comunicazione più elevata Renzi". La politologa Sofia Ventura concorda: "Sono due linguaggi diversi: Renzi buca lo schermo, ha un atteggiamento più propagandistico, ma quella di Gustavo Zagrebelsky è un' altra levatura. Con un modo di porsi diverso: da una parte una certa aggressività, dall'altra la serenità della competenza".

Alla fine, il giudizio è semplice. Chi vince? "Dipende da chi ascolta". Se il telespettatore è preparato, forse privilegerebbe Zagrebelsky. Ma se è un po' distratto o poco informato, suggerisce Noto, "cambierebbe canale, trovando il dibattito noioso".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • g.trimboli

    01 Ottobre 2016 - 22:10

    Il presidente del consiglio ha dimostrato come tutti quelli del suo partito la "presunzione" che li distingue in ogni discorso. Ma soprattutto ha peccato per mancanza di cortesia e di garbo verso una persona che si differenzia anagraficamente e per la cultura professionale.

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    01 Ottobre 2016 - 20:08

    Alla politologa Sofia Ventura vorrei suggerire che forse una volta Renzi bucava lo schermo, ora anzi molti cambiano canale quando si presenta. Si è fatto conoscere molto bene, un "BUGIARDO NATO" ! Ben istruito sin da piccolo da una famiglia di esperti basti vedere come sono state gestite le aziende paterne e della madre. Sono servite solo a fargli avere una pensione da dirigente.

    Report

    Rispondi

  • sebastiano.cubeddu

    01 Ottobre 2016 - 17:05

    ormai Libero ha completato la sua trasformazione filorenziana. Che tristezza fare il tifo per lo sparaballe con il piglio pseudomussoliniano. Siete servi dei giuda Alfano-Verdini-Lupi. Sono ormai ultraconvinto a votare un grande No e sepellire e rispedire nella fogna il parolaio fiorentino con la sua ciurma di lacché, nani e ballerine. Popolo del centrodestra andiamo in massa a votare No, No, No

    Report

    Rispondi

  • Uchianghier

    Uchianghier

    01 Ottobre 2016 - 16:04

    Secondo me il professore vuole difendere i suoi "privilegi" ecco perché non vuole il cambiamento.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog