Cerca

La stellina di Torino

Appendino, il documento del trionfo: "Che cosa ha fatto con 895 euro". Virginia Raggi umiliata

Soldi, la verità sulla Appendino. I conti in tasca alla sindaca grillina

Non ha sborsato nemmeno mille euro per la campagna elettorale ma Chiara Appendino è riuscita a diventare comunque sindaco di Torino. Lo scorso 19 giugno, riporta La Stampa, è andata così: al ballottaggio i torinesi hanno eletto una candidata  che ha speso in tutto 895 euro. È quanto emerge dall'elenco presentato in Corte d'appello per le spese elettorali.

Roberto Rosso è quello che a Torino ha investito una mole di denaro: 288mila euro (di cui 260 mila sborsati di tasca propria) con cui si è assicurato il 5% e uno scranno in Sala Rossa. Peggio è andata al suo omonimo candidato nelle liste di Forza Italia a cui non sono bastati 22.800 euro per entrare in Consiglio. Il Pd ha rendicontato 88mila euro, la lista Fassino 68mila. Dell'ex sindaco, però, non è stato ancora pubblicato il rendiconto.

Una vittoria, quella dell'Appendino, ottenuta con una manciata di euro. Un fatto che rende la sua elezione ancor più clamoroso: un roboante esempio di efficienza, una lezione sia ai rivali torinesi che a Virginia Raggi e al M5s romano. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fausta73

    04 Ottobre 2016 - 14:02

    Mi è sempre piaciuta Appendino, a differenza della Raggi. Se si presenta come parlamentare la voto.

    Report

    Rispondi

  • GianniPinotto

    04 Ottobre 2016 - 11:11

    Sono un fan della Appendino. La vedo - alla scadenza del mandato - come primo ministro. Inizia davvero il futuro

    Report

    Rispondi

  • romamaccio

    04 Ottobre 2016 - 08:08

    La signora sindaca Appendino è stata molto fortunata di vivere la sua vita a Torino,perchè? è tutta un'altra cultura del fare poi l'ambiente gli ha facilitato la sua elezione senza ostacoli come quelli che ha dovuto subire la Raggi in un ambiente marcio come quello di Roma!

    Report

    Rispondi

    • fausta73

      04 Ottobre 2016 - 14:02

      è la stoffa che è diversa. non confondere la seta con la tela.

      Report

      Rispondi

      • romamaccio

        04 Ottobre 2016 - 15:03

        Infatti,quando dico che è un'altra cultura e un'altro ambiente,intendo affermare che è il sistema educativo a formare sane le persone.

        Report

        Rispondi

blog