Cerca

Forza, presidente

Silvio Berlusconi, giallo sulle reali condizioni di salute dopo il ricovero a New York

Silvio Berlusconi

È giallo sulle reali condizioni di salute di Silvio Berlusconi. Prima le voci sul controllo di routine, poi quelle sul malore accusato in aereo. Sul ricovero a New York del Cavaliere, insomma, si fatica a vederci chiaro. Per certo, il leader di Forza Italia è stato ricoverato il 30 settembre al Presbyterian Columbia Hospital della Grande Mela, ed ora è stata sostanzialmente confermata anche la versione relativa al malore in volo. Sarebbero false, dunque, anche le voci relative a una trasferta americana per motivi d'affari: si era ipotizzato un incontro con Rupert Murdoch per trovare una soluzione al caso Mediaset-Vivendi (incontro che, comunque, potrebbe ancora essere possibile).

Con il passare delle ore, però, emergono ulteriori dettagli su Berlusconi. Nel corso della giornata si è appreso che i medici di New York gli hanno de facto vietato l'attività politica e la campagna per il "no" al referendum: l'obbligo è quello del riposo assoluto. Il giallo si estende poi alla data del ritorno in Italia: era stato inizialmente previsto per le prossime ore ma ora è slittato. Stando ad alcune indiscrezioni, il Cav sarebbe ancora ricoverato in una clinica di Manhattan, il cui nome è coperto dal più assoluto riserbo.

Le condizioni di salute, e del cuore, del Cavaliere sarebbero monitorate 24 ore su 24. E ora si apprendono ulteriori dettagli, piuttosto inquietanti. Secondo l'agenzia di stampa Ansa, citata da più fonti, Berlusconi al Presbyterian di New York sarebbe stato - letteralmente - "rivoltato come un calzino" dalla stessa équipe medica che, dieci anni fa, lo aveva operato a Cleveland per installargli un pacemaker. Infine, la nota diffusa dalla segreteria politica di Forza Italia, che infittisce il mistero e acuisce le preoccupazioni: "Dopo una serie di approfonditi accertamenti, che hanno escluso problemi di natura cardiovascolare, Berlusconi è stato dimesso nella giornata del 3 ottobre con l'indicazione di rimanere a New York sotto controllo sanitario". Silvio dimesso, dunque, ma da tenere sotto controllo. Tanto da non poter neppure tornare in Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ulanbator10

    04 Ottobre 2016 - 20:08

    Viktor Campus , ma lei è proprio un cretino!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

blog