Cerca

Guai democratici

"Non hai i soldi, ora ti devi fermare". Def, la minoranza Pd chiede a Renzi l'interruzione dell'iter

Matteo Renzi e Pier Carlo Padoan

La minoranza Pd chiede uno stop dell’iter del Def (Documento economia e finanza) fino a che il governo non abbia chiarito i saldi indicati nel documento. "Senza la validazione della nota di aggiornamento al Def da parte dell’Ufficio Parlamentare di Bilancio non si possono realisticamente esprimere i pareri obbligatori delle Commissioni parlamentari" scrive in una nota il senatore della minoranza Pd, Federico Fornaro, della Commissione Finanze del Senato.

"L’Upb è l’organismo indipendente che deve garantire la correttezza dei conti pubblici e quindi la stabilità finanziaria. Andare avanti nei lavori parlamentari dopo questa netta e inequivocabile presa di posizione dell’arbitro non è dunque possibile: il governo e l’Upb si incontrino al più presto per chiarirsi e solo dopo il Def ritorni in commissione".

Dopo la bocciatura sulle stime di crescita per il 2017 da parte di Bankitalia e le critiche da parte dell'Ufficio proprio sul Def, dunque, un altro guaio per Matteo Renzi. Il "suo" Pd si ribella anche sul documento che dovrebbe tracciare l'immediato futuro economico del Belpaese. Nel mirino, nel dettaglio, le coperture della manovra. Nel corso della giornata, intervistato da Radio Capitale, Renzi aveva affermato: "L'economia va un po' meglio, ma ancora non va bene"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    12 Ottobre 2016 - 12:12

    Scusate,dove è il generatore di minkiate di Libero?

    Report

    Rispondi

  • aaronrod

    06 Ottobre 2016 - 07:07

    Concordo con Ciro.....ma si sa, certi italiani hanno un solo problema, farsi un debito per avere un auto nuova per apparire, poi vome vada lè listess!

    Report

    Rispondi

  • aaronrod

    06 Ottobre 2016 - 07:07

    Tranquilli, con uns msno il pd elargisce soldi per convinvere e "comperare" il consenso degli italiani, e con l' altra, dopo il vito, fará tasse a doc e manovrine per mettercelo in quel posto. Se non c' era un referendum non cambiava una virgola, invece guarda che pena fa questa classe politica!

    Report

    Rispondi

  • Bolinastretta

    05 Ottobre 2016 - 09:09

    La faccia di Padoan la dice lunga non è bravo a fingere come il suo capetto! ragazzi mutande di tolla ancora non gli basta... e da quest'anno altra batosta in aggiunta alle precedenti!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog