Cerca

Verso il 4 dicembre

Enrico Mentana, la profezia sul referendum: "Renzi come Berlusconi nel 2006"

Enrico Mentana, la profezia sul referendum: "Renzi come Berlusconi nel 2006"

Matteo Renzi come Silvio Berlusconi nel 2006, "disponibile a sfidare chiunque" pur di rimontare. Enrico Mentana legge le carte al premier e ribadisce in un'intervista al Giornale quale sarà a suo avviso la sua strategia mediatico-politica da qui al 4 dicembre, giorno del referendum costituzionale. Si parte dallo scontro in tv con il professor Gustavo Zagrebelsky, peso massimo del fronte del No: "Siamo riusciti a intercettare Renzi nel momento in cui, per recuperare terreno rispetto ai sondaggi che danno i Sì in discesa, sarebbe stato disponibile a sfidare chiunque. Anche il più forte tra gli esponenti del No, come Zagrebelski". "Quando c'è uno che insegue - ricorda il direttore del TgLa7 -, bisogna prenderlo al volo. Come con Berlusconi dieci anni fa quando per recuperare terreno era disposto a qualunque confronto e venne fuori lo scontro epocale con Diliberto, che alla fine giovò a entrambi". Come finì 10 anni fa? Berlusconi, premier uscente, partiva da almeno 5 punti sotto rispetto a Romano Prodi e lo sfidò in tv a Porta a porta, arrivando in un mese al sostanziale pareggio. Renzi, ovviamente, spera di fare anche meglio del Cav perché limitare i danni della sconfitta non sarebbe sufficiente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aaronrod

    07 Ottobre 2016 - 20:08

    Sicuro che ci sará uno stuolo di creduloni che voteranno si. A quelli se gli fai bere kerosene e gli dici che è vino di annata ci credono, talmente son beoni. A quelli, fa bene il governo a tartassarli, sono sudditi messi a 90 gradi che hanno paura della loro ombra. Lecchini.

    Report

    Rispondi

blog