Cerca

Nero su bianco

Sondaggio Ipr Marketing: il 20% degli elettori di Lega Nord e M5s voterà al referendum contro le indicazioni dei leader

Matteo Salvini

L'ultimo sondaggio Ipr Marketing pubblicato da Il Giorno mette in evidenza un dato curioso: se i votanti al referendum si esprimessero in base alle indicazioni del partito, il "no" dovrebbe vincere con il 65 per cento. Le percentuali sono calcolate in base alla somma del consenso dei vari partiti. Eppure, i sondaggi relativi al referendum del 4 dicembre dicono che, per ora, i "no" sono in vantaggio soltanto con il 51-53 per cento. Il dato in evidenza, dunque, è quello relativo al "tradimento" degli elettori alle indicazioni del partito: i leader, insomma, sembrano contare poco in questa contesa.

Si scopre così che gli elettori di Forza Italia, ad oggi, sono divisi esattamente a metà: il 50% voterà sì e l'altro 50% no. Una divisione netta, dovuta forse anche alla linea relativamente moderata di Silvio Berlusconi sull'orientamento al voto. La sorpresa più grossa, semmai, arriva da Lega Nord e Movimento 5 Stelle: in entrambi i casi il 20% degli elettori voteranno "sì". La percentuale sorprende perché Matteo Salvini e Beppe Grillo sono i leader più apertamente schierati contro il referendum. Infine, il dato relativo al Pd, dove come dimostrano i "frondismi" di D'Alema, Bersani e soci non tutti voteranno sì, anzi: stando alla rivelazione, il 22% degli elettori Pd voterà "no" al referendum, ossia contro Renzi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cucu1936

    14 Ottobre 2016 - 09:09

    Le prfevisioni le fanno intervistando a caso: quanti si asterranno? Come valutano quest'area? Alla fine sarà Matteo a temere approvazione Italicum e referendum

    Report

    Rispondi

  • adii1889

    11 Ottobre 2016 - 01:01

    Anche il 20-30 % degli elettori del PD voterà non seguendo le indicazioni del partito, i sondaggi che danno il NO al 51-52% li ritengo falsi, in realtà il NO è molto vicino al 60%, Solo che le televisioni ed i giornali non lo possono dire, pena rappresaglie governative. C'è troppo scontendo ed irritazione in Italia, per non dire odio verso Renzi, affinche il SI abbia una qualche speranza.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    10 Ottobre 2016 - 11:11

    Temo sia una cialtronata della Ipr marketing per fare un favore al piazzista di articoli sanitari sporchi. Mandateli a cagare subito che crescono come l'acqua nel vino.

    Report

    Rispondi

  • levantino

    10 Ottobre 2016 - 10:10

    Ipr Marketing ovvero come disse il marito alla moglie: mi taglio gli attributi per fare dispetto a te!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog