Cerca

Disastro democratico

La scissione del Pd, una condanna. Sondaggi: quanti voti perde Renzi

La scissione del Pd, una condanna. Sondaggi: quanti voti perde Renzi

I sondaggisti sono unanimi: la scissione nel Pd farà male a chi esce e ancora più male a chi resta, cioè Matteo Renzi. Dopo qualche ora dallo scontro frontale tra premier e Pier Luigi Bersani, è già un vorticoso giro di numeri, proiezioni e profezie sul futuro del maggiore partito italiano. Se davvero la "Ditta" si disintegrerà, un ruolo chiave lo svolgerà l'esito del referendum del 4 dicembre.

"Se Renzi incassa la vittoria al referendum anche una scissione non avrebbe conseguenze gravi - spiega Renato Mannheimer sul Giornale -. Renzi con l'uscita degli esponenti più a sinistra allargherebbe il suo raggio di consensi al centro moderato". Di contro la vittoria del No segnerebbe uno smottamento inimmaginabile nel panorama politico italiano, "e la scissione - prosegue Mannheimer - rappresenterebbe un doppio evento negativo, durissimo per il premier. In ogni caso gli scissionisti non andrebbero lontano prenderebbero pochi voti come sempre accade a chi si pone agli estremi".

Nando Pagnoncelli qualche mese fa assestava la "fronda" democratica a un comunque significativo 9% di consensi: inutili se sommati ai soli voti di Sinistra italiana, ma fondamentali per togliere terreno da sotto i piedi di Renzi, come conferma anche Nicola Piepoli.

Proprio per questi due motivi, spiega Alessandra Ghisleri di Euromedia Research, "non credo ad una separazione che costerebbe molto cara ad entrambe le parti", in termini politici e culturali. Di sicuro, conclude Roberto Weber di Ixè, "una formazione a sinistra del Pd non raccoglierebbe molti voti visto che in tanti hanno già scelto M5S o l'astensione, però colpirebbe l' immagine di Renzi sul piano simbolico perché dimostrerebbe la sua incapacità come leader di tenere unito il partito e questo non gli farebbe sicuramente guadagnare consenso".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Piranhaottavo

    14 Ottobre 2016 - 16:04

    Scissione PD ? E’ solo l’ultimo dei Bluff della sinistra Dem che si rimangerà la parola ( come sempre ) e alla fine al Referendum confluirà con il SI dando la fiducia al Premier illegittimo come hanno sempre fatto !

    Report

    Rispondi

  • arwen

    12 Ottobre 2016 - 17:05

    L'uomo perde voti nn a causa di Bersani o della presunta scissione, ma solo xchè è un amabile cazzaro. In altri tempi, coloro che ancora parlano orgogliosamente del PD come di un partito Democratico e senza un padrone, si scagliavano senza pietà (a ragione) contro B e le sue "promesse" vacue. Gli stessi, Ora applaudono Matteo e il ponte sullo stretto, che del vegliardo era il cavallo di battaglia.

    Report

    Rispondi

  • andresboli

    12 Ottobre 2016 - 14:02

    la scissione confermerà la grande virata a destra del PD. rinasce la balena bianca

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    12 Ottobre 2016 - 14:02

    Osservando la foto dei due cialtroni,alla luce delle ultime stronzate affermate e dette mi verrebbe da pensare ad una trasmissione televisiva dal titolo "C'eravamo tanto amati"...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog