Cerca

Parlamento straccio

Calderoli lo attacca, Napolitano perde la calma: così insulta i leghisti in Aula

Calderoli lo attacca, Napolitano perde la calma: così insulta i leghisti in Aula

"Volgarità da suburra". Giorgio Napolitano perde la calma e a Palazzo Madama prende la parola per insultare i leghisti Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato, e il collega padano Gianmarco Centinaio. I due leghisti avevano criticato l'ex presidente della Repubblica per i suoi giudizi sprezzanti sul Parlamento: "Dire che ho definito indegno Senato e Parlamento è una affermazione falsa e opposta al senso e alle parole effettive del mio intervento. Le vostre - ha concluso rivolgendosi a Calderoli e Centinaio - sono volgarità da suburra". La replica dei leghisti in Aula non si è fatta attendere: "Non sono un diffamatore - ha commentato Calderoli - ma quando una persona scende in politica, anche se è un ex capo dello Stato, deve essere disponibile al confronto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • corto lirazza

    21 Ottobre 2016 - 14:02

    il mancato apprezzamento da parte di un tale arnese, è da considerarsi un onore

    Report

    Rispondi

  • Bolinastretta

    21 Ottobre 2016 - 14:02

    bbbbrrrbrr basta dire PCI = topo di fogna .... ci conforta solo sapere... che a presto le esequie!

    Report

    Rispondi

  • rossini1904

    21 Ottobre 2016 - 14:02

    Il vecchio re Giorgio è saltato su come un gatto al quale è stata pestata la coda. Segno che le parole di Calderoli dicevano la verità.

    Report

    Rispondi

  • rossini1904

    21 Ottobre 2016 - 13:01

    Il vecchio re Giorgio è saltato su come un gatto al quale è stata pestata la coda. Segno che le parole di Calderoli dicevano la verità.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog