Cerca

Sì o No

Referendum, il sondaggio sull'effetto-Berlusconi: Bersani e D'Alema godono

Referendum, il sondaggio sull'effetto-Berlusconi: Bersani e D'Alema godono

Dal doppio forno al doppio patto. Da qui al 4 dicembre Silvio Berlusconi giocherà una partita molto complicata. La prima è quella con Matteo Salvini e Giorgia Meloni, con cui ha stretto un nuovo accordo programmatico partendo dal "No" al referendum costituzionale. Gli alleati sono scettici, non credono che il Cavaliere sia veramente convinto dell'opposizione con ogni mezzo a Matteo Renzi e alla sua riforma. Il leader di Forza Italia, però, li sta rassicurando: "Fidatevi di me, produrrò video-messaggi, parteciperò a trasmissioni televisive e rilascerò interviste".

Come sottolinea Francesco Verderami nel suo retroscena sul Corriere della Sera, questa frase segna una linea di continuità stupefacente con quanto assicuravano gli scorsi giorni esponenti del Pd antirenziano, sicuri dell'appoggio del Cav. Un caso? No, perché in queste settimane ci sarebbero stati diversi contatti tra i due fronti, un tempo nemici per la pelle e oggi uniti contro l'avversario comune, Renzi. I mediatori (Cesare Salvi per conto di D'Alema, Renato Schifani per Berlusconi) si stanno dando da fare e lo stesso parterre presente al convegno di D'Alema per il No (rigorosamente bipartisan, tra Prima e Seconda Repubblica) la dice lunga. Non solo. Verderami riferisce di un sondaggio segreto esibito in Transatlantico da Renato Brunetta a due ascoltatori molto interessati, Pierluigi Bersani e Guglielmo Epifani: "Con Berlusconi il No arriva al 56%. Lui sposta il 4%". E per una volta nella vita saranno stati contentissimi di sentirlo. Miracoli renziani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • akapana

    akapana

    21 Ottobre 2016 - 00:12

    Attualmente l'unico leader italiano, degno di questo appellativo, è Silvio Berlusconi. Nonostante le vigliaccate subite da magistrati comunisti infedeli alle istituzioni della repubblica è ancora un avversario temibile per i comunisti travestiti da democratici.

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    20 Ottobre 2016 - 22:10

    Effetto Silvio ???? Ahahahahhaa...ma dai, basta scherzare ragazzi della Redazione!!! Prendetevi una pausa, lunga pausa, in pratica una aspettativa.......

    Report

    Rispondi

  • antipifferaio

    20 Ottobre 2016 - 12:12

    Berlusconi ha detto chiaro e tondo che la riforma si deve fare...ma non assolutamente com'è stata scritta ora perchè è un'immondizia, giuridica e letteraria, mai vista... Nel video ha ripetuto pari passo quello che va fatto e corretto...basta questo per convincere per il NO un buon 4%...ma alla fine penso anche di più..

    Report

    Rispondi

  • alfa.omega

    20 Ottobre 2016 - 08:08

    Io ho votato per 20 anni per Berlusconi. Ora, vederlo darsi da fare per il NO contro una riforma che lui stesso avrebbe proposto, mi fa venire il voltastomaco. Dite a Berlusconi che ha rotto: gli porterà via il mio voto e quello di tutte le persone che conosco.

    Report

    Rispondi

    • iltrota

      20 Ottobre 2016 - 23:11

      20 anni da dimenticare!!!! Spero tu sia ancora giovane perchè così avresti tempo per dimenticare..... In caso contrario, goditi la vecchiaia e non guardare indietro mai !!!

      Report

      Rispondi

    • gigi0000

      20 Ottobre 2016 - 11:11

      Gli imbecilli vedono soltanto la punta del loro naso e non s'accorgono di tutti ciò che sta oltre. berlusconi aveva fatto la riforma costituzionale, quella vera, quella che serviva, ma gli imbecilli l'hanno demolita, con l'aiuto di elettori altrettanto imbecilli. Sembri davvero molto più vicino all'omega, almeno con il pensiero.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog