Cerca

Il retroscena

Sergio Mattarella dietro alla retromarcia di Matteo Renzi sulla norma salva-contate

Sergio Mattarella

La norma "salva-Corona" è comparsa e sparita nel giro di un secondo. Il governo infatti dopo giorni di polemiche ha fatto marcia indietro sul contestato condono sul contante, che secondo i detrattori - Pier Luigi Bersani in primis - avrebbe favorito riciclatori e criminali. Matteo Renzi, da par suo, ha spiegato ai suoi collaboratori: "Ho deciso io, nessuno me lo ha imposto".

Eppure, come rivela Repubblica, dai palazzi romani trapela tutt'altra versione. Mancano conferme ufficiali, ma dietro alla marcia indietro ci sarebbe l'intervento di Sergio Mattarella. Il capo dello Stato non avrebbe gradito la scelta, e i malumori sarebbero stati accentuati dall'attacco frontale di Bersani, che ha coniato il termine di norma "salva-Corona", e da quello del procuratore generale di Milano, Francesco Greco, lo specialista in reati finanziari che ha affermato che nelle cassette di sicurezza, in Italia e all'estero, ci sono 150 miliardi di contante. Soldi che avrebbero prevalentemente una provenienza illecita.

La proverbiale goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso, le parole di Greco: a quel punto, dal Colle - ma anche dal Tesoro - sarebbero partite le prime riflessioni e i primi dubbi, che hanno poi spinto il premier a fare marcia indietro. Ma non è finita: sempre a causa delle stesse pressioni, anche la rottamazione delle cartelle di Equitalia potrebbe subire qualche limatura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • francori2012

    22 Ottobre 2016 - 19:07

    Non avrei mai pensato che da convinto "Centrodestrico"",mi potesse diventare simpatico D'Alema. Però,con in giro un tipo come Renzi,"Il ducetto di Rignano",tutto diventa possibile. Francori2012

    Report

    Rispondi

  • brunom

    22 Ottobre 2016 - 18:06

    Francesco Greco dice che ci sono 150 miliardi di contante nascosto e prevalentemente di provenienza illecita. Se lo dice lui presumo che abbia delle prove, allora perche' non perseguire i criminali, oppure parla perche' e' incompetente. L'incompetenza e' una prassi nella nostra magistratura.

    Report

    Rispondi

  • machian45

    22 Ottobre 2016 - 17:05

    A questo punto, gli va o no, il Bombacione sarà costretto a modificare nuovamente il Def. Ci faremo quattro risate, Bruxelles compresa!

    Report

    Rispondi

blog