Cerca

Scatenato

Pier Carlo Padoan alla Ue: "O accetta la manovra o sarà l'inizio della fine"

Pier Carlo Padoan

"L’Europa deve scegliere da che parte stare. Può accettare il fatto che il nostro deficit passi dal 2 al 2,3% del Pil per far fronte all'emergenza terremoto e a quella dei migranti. Oppure scegliere la strada ungherese, quella che ai migranti oppone i muri e che va rigettata. Ma così sarebbe l’inizio della fine". Così il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, intervistato da Repubblica. Toni durissimi, tranchant, contro Bruxelles, in scia a quelli recentemente usati dal premier, Matteo Renzi.

"Dal 2011 in poi l’Italia ha speso miliardi e miliardi per affrontare una emergenza migranti che non era e non è un
problema solo suo - ha aggiunto Padoan - ma dell’intera Unione. E nessuno finora ci ha riconosciuto questo impegno economico.
Qualche mese fa alla Turchia sono stati riconosciuti dall’Europa 3 miliardi proprio per far fronte a all'emergenza migranti. L’Italia ha speso più di tutti per questa emergenza e ha reso un servizio agli altri stati - continua il ministro dell’Economia - ha difeso un ’bene pubblicò comune. È un problema politico, che riguarda il futuro del continente".

Padoan ricorda che "le indicazioni che vengono dal G20 sono tutte indirizzate alla crescita, contro l’austerità e per contrastare le diseguaglianze. In questo senso l’Italia con questa manovra può essere un modello per l’Europa. Oggi il problema non è dire sì o no all’Europa, ma dire sì a un’Europa diversa, che non stia ferma e invece si muova". Il ministro infine sottolinea il suo "rapporto dialettico e collaborativo" con il presidente del Consiglio Renzi e afferma che al referendum voterà "un sì convinto, perché la riforma costituzionale avrà un effetto di traino su tutte le altre riforme".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    24 Ottobre 2016 - 13:01

    Dopo aver perso anche la dignità per se stesso ora ha un sussulto. Con la coda di paglia si nasce e lei sig. Padoan appartiene a questa categoria.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    23 Ottobre 2016 - 21:09

    Se ne vada fuori dalle balle lui e il Califfo di Rignano amico suo.Ah,non dimenticatevi di portarvi appresso anche quello scemo del Dentone Ministeriale.

    Report

    Rispondi

  • babbone

    23 Ottobre 2016 - 16:04

    Forza ci siomo quasi....usciamo subitoe...Wiva l'Italia.

    Report

    Rispondi

  • ernesto1943

    23 Ottobre 2016 - 14:02

    hanno alzato la voce i due LEONI ITALIANI e in europa stanno tutti con la cacarella.

    Report

    Rispondi

blog