Cerca

Sciata chimica?

Virginia Raggi: "Mai visto così tanti frigoriferi in strada. Vuoi vedere che..."

Virginia Raggi: "Mai visto così tanti frigoriferi in strada. Vuoi vedere che..."

Per Virginia Raggi scende in campo il direttore Mario Calabresi, che su Repubblica firma un'intervista-fiume alla sindachessa di Roma. Dopo quattro mesi al Campidoglio, Virginia afferma di non avere nulla da rimproverarsi, e l'affermazione pare ardimentosa: "Ho sempre rifiutato la logica dei 100 giorni perché questo ti spinge a dare solo una bella mano di bianco. Noi abbiamo arato un terreno e cominciato a seminare, le prime piantine si vedono già nascere". Convinta lei...

Dopo aver spiegato che i suoi tre principali obiettivi sono "trasporti, rifiuti e trasparenza", la Raggi torna sul caso Paola Muraro, l'assessora all'Ambiente indagata che la grillina Raggi continua a difendere: "Mah, innanzitutto mi sembra che già adesso una delle ipotetiche accuse, quella di abuso d'ufficio, stia cadendo - spiega la sindachessa -. Se io dovessi dare retta ai giornali e rimuovere le persone a seconda di quello che scrivete, allora non so che fine avremmo fatto".

Ma è quando si parla di rifiuti che la Raggi, da buona grillina, tira fuori il "gomblottone". Roma è invasa dalla monnezza, come sempre, e lei si lancia in una avventurosa interpretazione dei fatti: "Devo dire che non ho mai visto tanti rifiuti pesanti, divani, frigoriferi abbandonati per strada. Non so se vengono fatti dei traslochi, se tanta gente sta rinnovando a casa, ma è strano...". Insomma, sarebbe un complotto. Roba che ricorda le scie chimiche, tanto "amate" dall'universo dei pentastellati.

Dunque, quando direttor Calabresi chiede alla prima cittadina se sente costantemente Beppe Grillo lei ha un sussulto d'orgoglio: "No, non costantemente, lo sento di tanto in tanto. Magari lui mi segnala qualcosa che viene fatto in qualche altra città. Ci aiuta dal punto di vista della comunicazione, rilancia i nostri contenuti. Noi non abbiamo un house organ e lui e Casaleggio ci aiutano molto". Sull'ipotesi di un tagliando alla Giunta a gennaio, avanzata proprio dal leader Beppe il mese scorso, la Raggi commenta: "No, non mi sento sotto esame. Non sapevo di questa storia del tagliando, non l'avevo notata, a me lo fanno tutti i giorni i cittadini".

Infine, due note di colore. La prima sulle vecchie passioni politiche. Quando viene chiesto alla Raggi cosa votasse prima della nascita del M5s, lei risponde: "Più o meno sempre a sinistra, mi hanno detto (sic, nda) che il Pd è nato nel 2006 o 2007, posso dire che ho votato a sinistra e credo di aver votato una volta anche per i Verdi e una per Di Pietro". La seconda, un commento sulla foto che la ritraeva sui tetti del Campidoglio: "Ogni tanto bisogna essere soli per fare il punto, continuo a salire sul tetto e ci vado sempre perché è bellissimo", conclude la sindachessa sul tetto che scotta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • claudioarmc

    26 Ottobre 2016 - 11:11

    Toglietele il vino

    Report

    Rispondi

  • JamesCook

    25 Ottobre 2016 - 11:11

    Beh..... abbiamo visto tutti i militanti...... di destra cosa facevano a Tor Bella Monaca, magari un bel servizio di Libero con tanto di foto, su certi traslocchi dalle discariche.... alla Capitale

    Report

    Rispondi

  • vilampu

    25 Ottobre 2016 - 11:11

    meno porno e piu' notizie ...Vi state sputtannando..sembra che Feltri abbia perso il buon senso...peccato..perché eravate importanti..V.Lampugnani

    Report

    Rispondi

blog