Cerca

Candidata premier

Centrodestra, sarà una donna a sfidare Renzi alle prossime elezioni politiche

Centrodestra, sarà una donna a sfidare Renzi alle prossime elezioni politiche

il modello potrebbe essere Chiara Appendino, la sindaca 5 Stelle di Torino: preparata, coi piedi per terra e con un buon tasso di autosufficienza rispetto al leader. L'ipotesi, sullo sfidante del centrodestra da opporre a Renzi e al grillino Di Maio alle prossime elezioni politiche, la affaccia il quotidiano "Il tempo". Una ipotesi che potrebbe essere declinata al femminile, come ha ipotizzato sempre sul tempo Luigi Bisignani. L'autore de "L'uomo che sussurra ai potenti", gran conoscitore di cose politiche italiche, considera Stefano Parisi solo come "l'ultimo dei conigli tirati fuori dal cilindro di Berlusconi" e per questo guarda già oltre. Individuando in sette figure femminili quella capacità di leadership e di capacità politiche che servono per correre da premier.

La prima della lista è (e non poteva essere altrimenti, visti i requisiti), la figlia maggiore del Cav, Marina. Che però ha sempre giurato di non voler abbandonare le aziende di famiglia per scendere in politica. in casa, gli azzurri di Forza Italia si trovano due combattenti di razza, che alle ultime amministrative hanno anche fatto vedere di saper raccogliere voti, come Mara Carfagna e Mariastella Gelmini. Andando oltre i confini azzurri ma non quelli politici, Giorgia Meloni ha già dato la sua disponibilità a eventuali primarie di coalizione per la scelta del candidato premier. Barbara Berlusconi è tra i nomi che compaiono sul "Tempo": sarebbe in uscita dal Milan dove è da qualche anno vicepresidente, ma proprio le critiche ricevute relativamente alla gestione societaria della squadra potrebbero condizionare la percezione del pubblico nei suoi confronti. Anche gli ultimi due nomi affacciati dal quotidiano romano sono (oggi) al di fuori della politica: una è Maria Luisa Todini, nominata da Renzi ai vertici di Poste Italiane e già imprenditrice e parlamentare di Forza Italia: donna da sempre stimata dal cavaliere per le qualità dimostrate nel lavoro, ma anche per la buona tenuta nei dibattiti televisivi. L'altro è quello di Emma Marcegaglia, imprenditrice nell'impresa di famiglia, che la politica l'ha fatto negli anni al vertice di Confindustria: più volte, ragionando sui nuovi volti su cui investire, Berlusconi ha indicato proprio quello dell'imprenditrice di Mantova.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Anna 17

    Anna 17

    26 Ottobre 2016 - 17:05

    Berlusca, ma lasci perdere, non è tagliato per scegliere persone adatte alla politica. Non vorrei far del male a nessuno, ma ricordare schifezze umane come fini, casini, alfano, verdini, parisi ecc. ecc. non è bello. Lei ormai è fuori, faccia delle primarie e la gente di centrodestra si sceglierà il candidato che riterrà migliore. I sui prescelti sono stati tutti dei fallimenti.

    Report

    Rispondi

  • airbaltic

    26 Ottobre 2016 - 03:03

    ancora con gli imprenditori con concessioni statali. ma basta !

    Report

    Rispondi

  • Chry

    26 Ottobre 2016 - 03:03

    Bravi, così si fa, fate tremare la terra sotto i piedi di Parisi, è così che si smonta il lavoro fatto in questi mesi

    Report

    Rispondi

blog