Cerca

A Trieste

Sergio Mattarella: "Troppe critiche all'Europa"

Sergio Mattarella: "Troppe critiche all'Europa"

Ha duramente criticato chi critica l'Europa, Sergio Mattarella. A Trieste per le celebrazioni per il 62esimo anniversario del ritorno della città all'Italia, il presidente della Repubblica ha voluto sottolineare il successo dell'Ue, mandando così anche un messaggio al presidente del Consiglio Matteo Renzi: "Troppe volte nella dialettica interna e internazionale l'Unione europea viene criticata, le sue regole trattate come esempio di una burocrazia complessa e a volte oppressiva". L'Europa, ha continuato Mattarella, viene vissuta "come un limite rispetto a un passato esclusivamente nazionale, come se questo fosse un'età dell'oro". Ma "questo giudizio non rispecchia le straordinarie conquiste di un modello che è unico al mondo".

Al progetto europeo, ha sottolineato ancora Mattarella, "è legata la possibilità di essere protagonisti in un mondo nel quale la globalizzazione ha reso vicini anche problemi che un tempo erano considerati lontani". Quindi, "dobbiamo sempre tenere a mente che i risultati raggiunti finora non devono mai considerarsi scontati. Ce lo ricorda la cronaca di questi mesi, segnata dalle insistenze con le quali, altrove, si continuano a mettere in discussione i valori fondamentali dell’Unione e non solo le sue scelte, evocando la costruzione di nuove barriere". Al contrario, "il progetto è di grande valore e va coltivato quotidianamente anche per rimuovere le imperfezioni, le contraddizioni, per migliorarlo sulla base di una critica anche severa, ma costruttiva. Ad altezza dei tempi e della storia». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ernesto1943

    26 Ottobre 2016 - 22:10

    presidente emerito vi siete accorto che ogni volta parlate bene d'europa il centro Itali subisce un terremoto e pure tosto lasciate stare non volete distruggere mezza Italia.

    Report

    Rispondi

  • ernesto1943

    26 Ottobre 2016 - 22:10

    presidente emerito vi siete accorto che ogni volta parlate bene d'europa il centro Itali subisce un terremoto e pure tosto lasciate stare non volete distruggere mezza Italia.

    Report

    Rispondi

  • Agapantus

    26 Ottobre 2016 - 21:09

    gentile presidente Mattarella. L’Unione europea va invece criticata, eccome, le sue regole sono il più classico esempio di una burocrazia demenziale, complessa e oppressiva. L'Europa è un limite opprimente delle potenzialità nazionali, e questo giudizio rispecchia lo straordinario squallore di un modello che per fortuna è unico al mondo. Il progetto europeo limita e tarpa la possibilità di essere

    Report

    Rispondi

  • nellomaceo

    26 Ottobre 2016 - 20:08

    Scusate ma l'Italia ha un Presidente?Sono siciliano e non ho mai capito il perché Mattarella è diventato Presidente degli Italiani.Mi sembra questo presidente un Sordo muto che ha fatto carriera senza incidere nella politica italiana , senza difendere gli italiani ed i poveri nostranii.Mattarella è agli ordini dell'UE( come tutti i politici)non lotta per lla sua nazione ed ubbidisce allo stranie

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog