Cerca

Il comizio in piazza del Popolo

Renzi, l'attacco dal palco ai ribelli Pd. E quella frase feroce contro Salvini

Renzi, l'attacco dal palco ai ribelli Pd. E quella frase feroce contro Salvini

Matteo Renzi toglie i panni del Presidente del consiglio per tornare sul palco da acceso segretario di partito in campagna elettorale. Davanti a una piazza del Popolo non del tutto piena, Renzi ha cominciato il suo comizio a sostegno per il Sì al prossimo referendum costituzionale lanciando le prime frecciate alla minoranza del suo partito: "Il nostro è destino è cambiare l'Italia, non litigare al nostro interno. Il nostro destino è cambiare i destini dei nostri figli e nipoti".

L'obiettivo del premier però si sposta presto sul Movimento Cinquestelle: "Onestà è il nostro motto - ha detto - Ma se parli di onestà e non risolvi i problemi del tuo Paese non sei credibile. Non basta onestà, è la precondizione, senza non si può partire". Si concede anche una battuta sul sindaco di Roma, Virginia Raggi, e il presunto complotto dei frigoriferi: "Mi raccomando, nessuno si permetta di abbandonare frigoriferi in piazza, i complotti non li accettiamo".

Non è ancora passata l'irritazione del segretario Pd per il botta e risposta tra lui e il presidente ungherese Orban: "Mi sarebbe piaciuto sentire anche la voce dell’opposizione nel dire al presidente Orban: giù le mani dalla discussioni italiane. Prima di parlare dell’Italia si sciacquino la bocca e mi colpisce che siamo soli in questa battaglia, che non si senta la voce degli altri partiti".

Dal palco Renzi ha trovato il tempo di attaccare anche D'Alema che: "ha detto delle perole sugli anziani che vorrei fossero state dette per sbaglio. Il punto è un altro, come mi ha detto una sindacalista dei un sindacalista dei pensionati che è qui: ’noi votiamo sì, perchè quelli li abbiamo visti all’opera". Quando il premier Renzi, dal palco di piazza del Popolo, ha citato Massimo D’Alema, dalla folla si sono levati cori di "buuuh" e fischi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • biemme

    30 Ottobre 2016 - 20:08

    ma è normale? Forse è esaurito per il troppo girare e quindi straparla. Ma chi lo ha sceltolo e messo a capo del nostro governo, conosceva bene i suoi limiti?

    Report

    Rispondi

  • machian45

    29 Ottobre 2016 - 19:07

    Come previsto! Il solito disco rotto, per di più, anche rigato!

    Report

    Rispondi

blog