Cerca

Disastro rosso

Bersani e D'Alema, il sondaggio tombale: come finiranno dopo il referendum

Bersani e D'Alema, il sondaggio tombale: come finiranno dopo il referendum

Secondo 4 elettori del Pd su 10 dopo il referendum il partito si spaccherà. Scissione inevitabile dopo mesi di tensioni nemmeno più sotterranee, ma sbandierate. Lo sottolinea il sondaggio Demos di Ilvo Diamanti per Repubblica, riservando però una amarissima sorpresa per chi, a questa scissione, pare averci lavorato sodo: Pierluigi Bersani e Massimo D'Alema.

Se la stima personale nei confronti di Matteo Renzi appare stabile, infatti, è in caduta libera secondo la rilevazione quella dei due anti-renziani per antonomasia. Nell'ultimo mese Bersani ha perso il 3%, D'Alema addirittura il 6% scendendo sotto la soglia del 20%. Forse toglieranno il potere a Renzi, ma in mano potrebbero restare solo con le mosche. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • caberme

    31 Ottobre 2016 - 14:02

    Ma perché non si godono i soldi che attraverso leggi fatte dai loro pari rubano agli italiani. La risposta è sempre quella: gli italiani oggi stanno troppo bene altrimenti le loro storie sarebbero diverse. Tipo: casa popolare, due locali, pensione minima e sequestro di tutti i loro beni.

    Report

    Rispondi

  • encol

    31 Ottobre 2016 - 13:01

    Auguro ad entrambi di finire fuori dalle balle comunque vada il referendum. Sia ben chiaro a zero emolumenti vitalizio compreso e restituzione di tutto il maltolto.

    Report

    Rispondi

  • francoruggieri

    31 Ottobre 2016 - 10:10

    Mi sarei meravigliato se fosse stato il contrario: questi due matusa della politica, ancora legati al pugno chiuso (come come quel fesso del figlio di Dario Fo)! Basta la loro propaganda per il "NO" per farci votare "SI": vogliamo forse confonderci con loro?

    Report

    Rispondi

blog