Cerca

Porta in faccia a Bersani

Grillo ai suoi: se votate la fiducia mi ritiro

Beppe Grillo

 

Beppe Grillo lo ribadisce.  Nessun accordo con Bersani. La porta è chiusa, sbarrata.  E non si fa nessuna marcia verso il Parlamento a differenza di quello che era stato detto.  "l M5S non darà la fiducia a un   governo tecnico, nè lo ha mai detto. Non esistono governi tecnici in   natura, ma solo governi politici sostenuti da maggioranze   parlamentari". Lo sottolinea Beppe Grillo in una dichiarazione   riportata sul suo blog. "Il governo Monti  è stato il   governo più politico del dopoguerra, nessuno prima aveva mai messo in  discussione l’articolo 18 a difesa dei lavoratori. Il presidente del   Consiglio tecnico è un’enorme foglia di fico per non fare apparire le  vere responsabilità di governo da parte di Pdl e pdmenoelle".  Oggi, lunedì 11 marzo, Grillo ha ribadito quello che aveva già detto  ieri  un twitter mentre a Roma si svolgeva un'assemblea dei neoleletti. :  “Qualore ci fosse un voto di fiducia dei gruppi parlamentari del M5S a chi ha distrutto l’Italia, serenamente mi ritirerò dalla politica”, ha scrittto su twitter. 

"Non siamo la stampella" Non lascia aperto neanche un varco, è chiarissimo il leader. Non vuole saperne di accordi.  E non si farà nessun referendum per decidere sull'alleanza col Pd. Al governo si va da soli o niente.  L'assemblea dei neoeletti ha bocciato l'ipotesi, a cui si era pensato inizialmente, di una "marcia" dei parlamentari a Roma per venerdì prossimo, per la prima seduta del pirmo parlamento. Il capogruppo al Senato Vito Crimi ha spiegato: "Non deve passare il concetto  che ci accompagnano come i bambini al primo giorno di scuola. Noi abbiamo una nostra dignità, siamo persone serie e non dobbiamo dare l'immagine che è una marcia di vittoria perchè noi andiamo in Parlamento a lavorarìe. Il Pd non ci ha fatto alcuna proposta, ci ha semplicemente fatto una comunicazione di tipo istituzionale che si fa tra gruppi parlamentari. Questo e' l'unico tipo di contatto che abbiamo avuto con il Pd'', precisa Crimi che esclude anche di essere stati oggetto di un 'mercato delle vacche' da parte del Partito Democratico verso i senatori del M5S.hanno già accomunato al fascismo e a Casapound.   Al presidente Napolitano chiederemo un governo del M5S. Se Napolitano accetta un governo 5 stelle deve accettare 20 punti di programma non un nome. Prima viene il programma, poi il nome”. 

Niente marcia su Roma La capogruppo in pectore alla Camera Roberta Lombardi scherza: ''Grillo premier? Non lo abbiamo preso in considerazione. Ci mandi un curriculum...''. Le precisazioni arrivano al termine di una nuova giornata di riunione tra i neoeletti in Parlamento: i deputati e i senatori del M5S si sono visti in un albergo romano per decidere come comportarsi in Parlamento in vista delle richieste che dovranno fare su alcuni punti dirimenti per il movimento. Ci sono da stabilire nel dettaglio le indennità  che potranno essere percepite e come regolarsi sulla scelta dei portaborse: al movimento sono arrivati mille curricula da parte di candidati al ruolo e i parlamentari hanno organizzato un gruppo di lavoro per farne una selezione. Un altro gruppo di lavoro si occupera' invece di come tagliare i rimborsi che gravano sull'ammontare finale dell'indennita' dei parlamentari. Soprattutto il gruppo dei neoeletti ha deciso oggi di soprassedere sulla 'marcia' per le vie di Roma per accompagnare i neodeputati e senatori in Parlamento nel giorno del loro insediamemento". 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giusy43

    11 Marzo 2013 - 13:01

    se sei andato in parlamento per rovesciare quel poco di buono che c'è in italia alla prossima tornata elettorale perderai i voti che hai preso perchè viene a mancare quella fiducia che molti avevano riposto nel tuo movimento per cambiare in parte le molte cose che non vanno. Ma dai tuoi interventi si vede che anche tu come i vecchi poltici sbraiti tanto per non concludere nulla.Rimaniamo sfiduciati dal tuo comportamento irresponsabile e ridicolo

    Report

    Rispondi

  • enricoti

    11 Marzo 2013 - 08:08

    così va bene! Ho votato M5S proprio per questo e che cavolo! Li voglio mandare a casa tutti quei ladri che in 66 anni e mezzo hanno rovinato la mia Patria e dei quali parla Beppe! Un cordiale saluto.

    Report

    Rispondi

  • Liberopensatore1950

    11 Marzo 2013 - 08:08

    ...andrà in Europa a decidere per l'Italia, proprio lui che ha dimostrato di essere fallimentare sotto ogni aspetto !!!

    Report

    Rispondi

  • annunziata

    11 Marzo 2013 - 08:08

    l'operazione grillo non è finita e i politici sanno cosa li aspetta.il gioco del bipolarismo è finito e la gente si aspetta soluzioni e non diagnosi.se non arrivano subito fra pochi mesi si rivota e si resetta il parlamento come è giusto fare in democrazia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog