Cerca

L'analisi

Gli ignoranti non devono votare: la frase bestiale di Napolitano

Gli ignoranti non devono votare: la frase bestiale di Napolitano

La vittoria di Donald Trump "è intrisa di molta demagogia, irragionevolezza, carica distruttiva e disgregativa", e "nasce come reazione di tutti i colpiti e gli insoddisfatti dal processo di globalizzazione e dal ruolo, semplicisticamente demonizzato, di ogni tipo di establishment e di ogni assetto di potere". Il presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano, in un intervento pubblicato sulla Stampa commenta amareggiato il risultato delle elezioni americane: "L'impensabile è accaduto, e occorre ora farsene una ragione e guardare a quel che può seguire, ai rischi che si possono concretizzare non solo per l’America ma per l’Europa e per il mondo, e prepararsi a cogliere contraddizioni e opportunità che possono già intravedersi". E farsene una ragione significa "ragionare su un'ondata di rigetto, che stiamo già vivendo in Europa, da parte di larghi strati sociali e di opinione, di istituzioni e di regole volte tradizionalmente a regolare la vita delle nostre società e dei nostri Stati, la gestione delle relazioni internazionali e lo sviluppo mondiale", scrive Napolitano.

 "Dinanzi alle crisi finanziarie ed economiche", analizza l'ex capo dello Stato, "non sono valse le politiche di austerità perseguite in Europa ma nemmeno ha persuaso negli Stati Uniti l'opposta politica, in chiave espansiva e interventista, portata avanti dall'amministrazione Obama e magari frettolosamente idoleggiata qua e là in Europa". Per questo "esce dal voto dell'8 novembre più che mai aperto e da riconsiderare a fondo il capitolo di un rinnovamento e di un rilancio delle politiche di crescita e benessere e in particolare di superamento di disuguaglianze crescenti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • CarmeTrue

    08 Dicembre 2016 - 06:06

    Napolitano... ma per favore stia zitto!

    Report

    Rispondi

  • patriziabellini

    22 Novembre 2016 - 21:09

    Allora il primo a non votare dovrebbe essere lui, ma lo ripeto, la colpa è dei giornalisti sia della carta stampata che della tv che ancora lo intervistano e riportano le inaccettabili opinioni di questo perfido vecchio

    Report

    Rispondi

  • Kallianos

    22 Novembre 2016 - 18:06

    Questo è un uomo pericoloso, con una sindrome bipolare. Più d'altri è lui che con la sua Presidenza a buttato alle ortiche la democrazia italiana. Un pericoloso individuo che ha determinato la destabilizzazione economica e sociale del paese. Ora parla a mani libere con 880.000,00 € l'anno di pensione. Per quel che ha fatto neanche 50 Cent. gli si dovrebbe dare.

    Report

    Rispondi

  • Napolionesta

    22 Novembre 2016 - 16:04

    il Matusalemme ha ragione: gli ignoranti come lui devono votare PD.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog