Cerca

Cade la città leghista più grande

Esplode la Lega (a casa sua). Dimissioni di massa: scoppia il caos

Esplode la Lega (a casa sua). Dimissioni di massa: scoppia il caos

Hanno fatto un passo indietro in 17 su 32, uno più della maggioranza: i consiglieri comunali di Padova, dopo mesi di scontro interno fra Lega e Forza Italia, hanno messo così la parola fine all’esperienza da sindaco del leghista Massimo Bitonci. La scelta, formalizzata attorno a mezzanotte, spalanca le porte all’arrivo di un commissario che traghetterà Padova a nuove elezioni. Una tegola che arriva proprio nel giorno della manifestazione organizzata dalla Lega di Matteo Salvini a Firenze a sostegno del No al referendum costituzionale. 

Il caso Padova rischia di far alzare la tensione all'interno del centrodestra, già particolarmente tribolato. Solo ieri, davanti alle prime avvisaglie di crisi nel Consiglio comunale padovano, Salvini aveva avvertito i consiglieri di Forza Italia intenzionati a togliere il sostegno al sindaco della città più grande amministrata dalla Lega: "Vuol dire schierarsi contro tutta la Lega e mettere in discussione le alleanze a ogni livello". Sul fronte forzista, Nicolò Ghedini aveva provato a calmare gli animi, definendo il tutto "un grave errore" e invitando i parlamentari veneti del centrodestra a far ragionare i due consiglieri. Un tentativo per niente riuscito. 

Le prove tecniche di centrodestra unito. A Firenze? Macché, a Padova. I grandi successi di Salvini«. Lo scrive su Twitter il vice segretario del Pd Lorenzo Guerini a proposito delle manifestazioni del centrodestra per il no al referendum in programma oggi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • apostrofo

    14 Novembre 2016 - 20:08

    Altri regali alla sinistra. Quanti nazareni ! I leaders della destra si ricordino che stanno lì come rappresentanti politici degli elettori. Il partito non è loro proprietà. I giochi di poltrone, partiti e partitini, danneggiano tutti. Specialmente in un momento come questo. L'avversario è uno, Il PD che ha assunto un gran potere grazie alla assenza del centrodestra.

    Report

    Rispondi

  • lucky52

    14 Novembre 2016 - 15:03

    Bitonci è stato vittima sig. somipa della dabbenaggine dei forzisti che si credono rimasti al 30% quando invece arrivano a malapena al 10%. Gente senza attributi più vicini al pd che non al centro destra alla verdini per intenderci.

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    12 Novembre 2016 - 23:11

    E' il suicidio politico di F.I., che presto confluirà nel pd, sperando in qualche briciola di potere residuo gentilmente concesso dal cialtrone fiorentino.

    Report

    Rispondi

  • leghistamonzese

    12 Novembre 2016 - 21:09

    Caro( si fa per dire) somipa 19e07, io invece spero che si faccia e si FARA quando governeremo NOI, una modifica costituzionale (come quella che c'è qui in Nicaragua) dove quando un Deputato o Senatore o Consigliere Regionale, Provinciale o Comunale CAMBIA CASACCA venga ESPULSO!!!! AMEN Io comunque #HOGIAVOTATONO

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog