Cerca

Rottura nel centrodestra

Faida Lega-Forza Italia: tutte le giunte a rischio

Faida Lega-Forza Italia: tutte le giunte a rischio

Venezia, Rovigo, Cologno Monzese, Voghera. Dopo Padova, dove il sindaco leghista Massimo Bitonci è stato sfiduciato da Forza Italia, sono a rischio altre giunte in Veneto, Friuli, Liguria, Lombardia, Piemonte, nei Comuni governati dal ticket Lega-Fi. La prima scossa, riporta il Corriere della Sera, si è sentita forte a Cologno Monzese dove si è dimesso il vicesindaco azzurro Gianfranco Cerioli, in polemica col primo cittadino lumbard Angelo Rocchi. 

A Venezia il clima è tesissimo. Matteo Salvini si è detto pronto a far dimettere tutti i suoi assessori se il sindaco Luigi Brugnaro, di Forza Italia, voterà Sì al referendum: "Mi dispiace se Salvini è arrabbiato, ma credo non ci siano i motivi per minacciare conseguenze sulla giunta a Venezia per quella che è una mia posizione personale sul referendum costituzionale", si è difeso il primo cittadino: "Mi spiacerebbe che le cose venissero complicate dalla partigianeria partitica. Io sono un uomo libero".

E il sindaco lumbard di Rovigo Massimo Bergamin commenta:"Farò la fine di Massimo Bitonci forse già questa settimana? Mah... Anch' io ho sentito i rumors della piazza. Pure qui, come a Padova, i consiglieri di Forza Italia che sono in maggioranza si potrebbero dimettere per farmi cadere. Ma perché? A Rovigo siedono nelle partecipate, hanno già il vicesindaco", forse, azzarda è il Pd a volere "lo strappo".

Trema anche l'ex sindaco di Voghera (ora commissariata), Carlo Barbieri, di Forza Italia. A fine gennaio andrà al ballottaggio col Pd. Ma la Lega potrebbe vendicarsi di Padova lasciandolo da solo alle urne.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Piranhaottavo

    15 Novembre 2016 - 10:10

    - E' troppo SERENO Silvio Berlusconi, non riesce più a tenere nemmeno le iniziative impulsive dei consiglieri veneti . . figuriamoci i neo consiglieri che gli marciano contro ( come Confalonieri in accordo con Verdini & Renzi ) , lasciando in panchina il fido - stratega Gianni Letta ! l’implosione che ne fluisce dà una fotografia che sbilancia l’elettorato, contrastato dalle revoche già concor

    Report

    Rispondi

  • Chry

    15 Novembre 2016 - 10:10

    Ma non so era il popolo delle libertà ???

    Report

    Rispondi

  • nick2

    15 Novembre 2016 - 09:09

    Oh, bananas, ricordate i tempi in cui vi arrampicavate sui vetri per difendere, contro ogni logica il vostro statista puttaniere? Adesso lo mollate e osannate Salvini che “la pensa allo stesso modo del sig. Gigi della strada”. COGLIONI! Dice quello che i poveracci come voi vogliono sentirsi dire. Lui prende 20 mila euro al mese dall’Europa e ama i clandestini, che gli permettono di esistere!

    Report

    Rispondi

  • francesco assumma

    15 Novembre 2016 - 09:09

    Ho una seria convinzione che Berlusconi sta facendo di tutto per far governare sempre il PD o per meglio dire gli " affaristi, la casta, i poteri occulti e.... " di cui ho la vaga impressione che ci sta navigando dentro alla grande non curante che il M5S sta per esplodere e poi....... ( mi rifaccio al detto - che perde i buoi e va cercando le corna - )

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog