Cerca

La mossa

Alfano va da Napolitano: parlerà di giustizia, ma non solo

A margine potrebbero esser poste le condizioni per una bozza di intesa benedetta dal capo dello Stato

Angelino Alfano e Giorgio Napolitano

Angelino Alfano e Giorgio Napolitano

 

di Martino Cervo

Questa mattina i vertici del Pdl andranno in visita da Giorgio Napolitano. Come accade spesso, c’è un piano visibile e uno meno visibile della questione. Il primo è il casino della giustizia: il partito, ha detto ieri sera Alfano, intende  porre all’attenzione del capo di Stato «il fatto che vi è in atto il tentativo di ridurre ad azione criminale l’esperienza politica del Pdl». È probabile che le vicende di cronaca, però, non siano sfuggite a un osservatore acuto come l’inquilino del Colle. Qui entra in gioco il piano meno visibile, ma reale. Se è infatti evidente a tutti che l’ingresso nel vivo dei processi a Berlusconi si pone come ostacolo gigantesco a un accordo Pdl-Pd, paradossalmente la recrudescenza delle visite fiscali offre al partito dell’imputato più noto d’Italia una carta pesante al tavolo del Colle, cioè l’unico che conta. È opinione diffusa che Napolitano - ostile al tentativo al buio di Bersani e attento a stanare i «dissidenti» del segretario - userà fino all’ultimo giorno del suo mandato per esperire un tentativo di governo serio. Comunque si chiami (del presidente, di scopo, tecnico), ha bisogno dei voti del Pdl al Senato, e per averli deve offrire qualcosa in cambio. Alfano&C possono, e in un certo senso devono, andare a lamentarsi del trattamento giudiziario del loro leader. Ma la cosa prenderebbe un senso politico soltanto se, a margine, ponessero le condizioni per una bozza di intesa benedetta dal capo dello Stato. Cioè ministeri, posti chiave, punti programmatici irrinunciabili: cose così, politica insomma. Una posizione simile troverebbe in Napolitano orecchie spalancate. Un lamento sui giudici cattivi lasciando il cerino in mano agli altri, al massimo un cenno del capo.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • UNGHIANERA

    12 Marzo 2013 - 15:03

    Ciao merlo,allora lo hai capito per quale caxxo di motivo hai dato il voto a Grillo,fanfarone?

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    12 Marzo 2013 - 13:01

    1) Seguo la dieta mediterranea e mangio spessissimo nei rsistoranti sempre pieni, quelli che frequenta il suo Silvio. 2) In famiglia sono il più "moderato" nel linguaggio 3) Tengo corsi di galateo ai bananas, vuole partcecipare? le posso fare un prezzo particolare. 4) Ed ora che ho finito di scherzare, le rispondo: ma lei ha mai sentito Berlusconi e i suoi lacchè nei fuori onda? Se li vada ad ascoltare e pensi, soprattutto, ai Kazzi suoi!!!

    Report

    Rispondi

  • seve

    12 Marzo 2013 - 13:01

    va rifondata ripartendo dalla modifica costituzionale .

    Report

    Rispondi

  • futuro libero

    12 Marzo 2013 - 13:01

    eri tu quello che diceva che alle elezioni il PDL avrebbeavuto il 2% se andava bene?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti