Cerca

Centrodestra

Berlusconi striglia Toti: convocazione ad Arcore, cosa gli ha detto

6
Berlusconi striglia Toti: convocazione ad Arcore, cosa gli ha detto

Ghedini, Letta, Berlusconi e Confalonieri. Giovanni Toti si è ritrovato non solo il presidente di Forza Italia ad Arcore a riceverlo. Il governatore della Liguria viene considerato innanzitutto "un uomo azienda" e quindi c’era ottimismo a villa San Martino sulla possibilità di convincerlo a non sposare le accelerazioni di Matteo Salvini. È sbagliato agitarsi ora, dobbiamo rimanere uniti per il no al referendum, è la tesi che da tempo ripete il Cavaliere e che ha ribadito anche al suo consigliere politico.

Fino al 4 dicembre, dunque, l’ex premier non è intenzionato a consentire fughe in avanti: la carta Toti potrebbe servire per stringere un asse più forte con il Carroccio; il ruolo di Parisi, invece, verrebbe speso come mediatore dopo la consultazione. Lo spartiacque è la legge elettorale. Se non dovesse cambiare - questo il ragionamento dell’ex premier - allora il centrodestra dovrebbe presentarsi unito.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lattaro1939

    15 Novembre 2016 - 13:01

    A cavalie Parisi te lo voti tu

    Report

    Rispondi

  • maxdemax

    maxdemax

    15 Novembre 2016 - 09:09

    MI sa tanto che il Berlusca peni più alle sue aziende che agli Itlaiani.. non è più ora di mediare. E' ora di agire.

    Report

    Rispondi

  • Anna 17

    Anna 17

    15 Novembre 2016 - 09:09

    Berlusca ormai è un ex leader del centrodestra. Oggi come oggi è diventato peggio di alfano e verdini, squallidi e vergognosi traditori. Peggio perchè il duo delinquenti almeno lo hanno detto chiaramente, Berlusca invece tenta di tenere il piede in due scarpe. Impossibile anche per Lui.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media