Cerca

Centrodestra

Giorgia Meloni: "Centrodestra, primarie il 5 marzo"

La proposta di Giorgia Meloni: "C'è troppo casino, facciamo le primarie: ecco la data"

«Veramente il premier - con tutti i problemi che ha l' Italia - e Silvio Berlusconi stanno trattando una legge elettorale proporzionale per dar fastidio a noi? Vuol dire che facciamo proprio paura...». Giorgia Meloni è appena scesa da un palco a Genova, tappa del "Tour della Sovranità" organizzato da Fratelli d' Italia in vista del referendum. Con lei stavolta non c' era Matteo Salvini - che si trova a Mosca -, ma Giovanni Toti, governatore forzista.

Renzi annuncia una nuova legge elettorale dopo il referendum, Berlusconi parla di proporzionale; voi che fine farete? La destra è diventata "di governo" col maggioritario.
«Mi sconvolge che col Paese che abbiamo, di fronte all' invasione, all' attacco concentrico della sovranità, nonostante le elezioni Usa , il dibattito qui da noi sia sempre su cose futili. Si parla di strumenti come la legge elettorale o le riforme, e mai di contenuti, scopi, questioni reali, che la gente vive».

Se dovesse passare il proporzionale, però, voi di Fdi e la Lega rischiereste di non toccare mai più palla. Non andreste mai al governo col Pd, il Cavaliere ha dubbi...
«Guardi che è Forza Italia che senza di noi non avrà mai la maggioranza, ma, al massimo, può aspirare a fare da gregaria del Pd. Vogliono fare i Tafazzi? Lo facciano pure, ma io ho altri hobby...».

Giovanni Toti che dice? Ieri era a Palazzo Grazioli, oggi sul palco con lei...
«Dice, come tutti noi, che ogni progetto credibile deve partire dal basso. Già da tempo con lui stiamo parlando di primarie. Lo ringrazio di essere venuto; è sempre utile e importante ascoltare le piazze».

Si riferisce alla presa di distanza di Stefano Parisi sulla piazza di Firenze che non era "roba sua"?
«Se eravamo così impresentabili poteva dircelo prima delle Amministrative a Milano quando lo abbiamo sostenuto.
È stato un po' irrispettoso».

Parisi ha quasi fondato un suo partito. Vi ritroverete?
«Dipende da lui. Se ha qualcosa da proporre, lo faccia alle elezioni primarie. Non accetteremo mai progetti calati dall' altroche non abbiano il consenso dei cittadini».

Il Cavaliere avrebbe ritirato Parisi allo scopo di far ritirare dalla corsa per la leadership pure lei e Salvini. Si ritirerà?
«Scusi, ma a quale corsa si riferisce? E per cosa? Salvini guida un partito di successo, io sono a capo di Fdi, che, stando ai sondaggi, va molto bene. Siamo a disposizione per la battaglia campale che è quella di cacciare questo governo servo di lobbies e potentati vari, eterodiretto dall' estero, capace solo di bastonare la povera gente...».

E Forza Italia? Chi di voi sarà il candidato premier?
«Lo scopriremo. Ho appena proposto una data, il 5 marzo, per fare le primarie.
Io mi candido, Salvini pure e penso anche Toti. Forse non saremo i soli. Chi vince sarà sostenuto da tutti lealmente; mica siamo il Pd noi».

Intanto c' è il referendum e pure il Cavaliere si sta spendendo, nonostante qualche vostra allusione. Come finirà? E che accadrà dopo?
«Sono contenta che Berlusconi stia facendo la sua parte. Ma non è che sta facendo una cortesia a me o a Salvini, ma a gli italiani che devono essere liberati da questo governo non eletto, che ha presentato una riforma pericolosa e antidemocratica».

A proposito di Berlusconi. L' unico leader esistente, secondo il Cavaliere, sarebbe Renzi.
«Mi meraviglia che un leader che è stato disarcionato dai poteri forti, consideri un leader il burattino dei poteri forti. Per noi Renzi non sarà mai un leader».

Accusano lei e Salvini di avere il fiato corto, visto che continuate a martellare "solo" su immigrati e banche. Se si va a votare in primavera, ce l' avete un programma? Trump ce l' aveva.
«Sto facendo questo Tour perché dobbiamo costruire una proposta che abbia al centro la riconquista della nostra sovranità, i bisogni reali del popolo, i diritti degli italiani. Renzi la sovranità ce la vuole togliere e Grillo, con le sue posizioni sull' immigrazione incontrollata di estrema sinistra, è inadeguato: tocca a noi».

di Paolo Emilio Russo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lupoWolf

    21 Novembre 2016 - 12:12

    Ma chi si crede di essere ......! La Meloncina?

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    21 Novembre 2016 - 11:11

    Lasciate perdere queste BELINATE che il popolo sa già quello che deve fare.Al contrario divulgate la notizia che i prefetti,in particolare quelli del veneto hanno in mano gli elenchi delle seconde case,e di quelle sfitte che dopo il 5 dicembre inizieranno a REQUISIRE.

    Report

    Rispondi

  • lattaro1939

    19 Novembre 2016 - 15:03

    Cav non inciuciare con la sinistra dopo il 4 12 2016 altrimenti non ti voteremo più

    Report

    Rispondi

  • JZS

    19 Novembre 2016 - 14:02

    Berlusconi ha perso da molto tempo ogni tipo di credibilità sia come politico e sia come uomo. Troppe volte sentito da lui dire che "per il bene dell'Italia" si accodava al capo del PD di turno e contro gli interessi di noi cittadini normali. I media Mediaset e giornali del gruppo sono TUTTI allineati con i maganccia locali/mondiali e contro di noi. Perciò, Sparisci dalla nostra vista.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog