Cerca

La carta fondativa

Grillo, il nipote e il commercialista
ecco chi comanda il Movimento 5 Stelle
Casaleggio non è sullo statuto

A dicembre scorso in uno studio notarile vicino Genova nasce ufficialmente il M5S. Nelle carte Grillo è il presidente e gli eletti non hanno vincolo di mandato

Grillo, il nipote e il commercialista
ecco chi comanda il Movimento 5 Stelle
Casaleggio non è sullo statuto

Il Movimento Cinque Stelle ha uno statuto. O meglio un atto costitutivo. A rivelarlo è l'Huffingtonpost.it che è entrato in possesso dell'atto fondativo del Movimento. Il M5S è stato fondato, si legge nell'atto registrato in uno studio notarile di Cogoleto vicino Genova, da Beppe Grillo. Beppe ne è il presidente. Il vicepresidente è suo nipote Enrico Grillo. Il commercialista Enrico Maria Nadasi è invece il segretario. L'atto è stato registrato lo scorso dicembre. Probabilmente per poter avere le carte in regola da presentare alle elezioni del 24 e 25 febbraio. 

Ecco le regole - Grazie a queste carte è possibile avere un quadro più chiaro sulla natura del Movimento. "Spettano al signor Giuseppe Grillo", si legge, "titolarità, gestione e tutela del contrassegno; titolarità e gestione della pagina del blog". L'obiettivo del movimento "è la convivenza armoniosa tra gli uomini, attraverso lo sviluppo del talento e delle capacità personali dell'individuo, che deve trovare piena possibilità di cogliere tutte le opportunità realizzabili all'interno della società civile, nel rispetto delle regole istituite dallo Stato nella sua fondazione". Sfogliando l'atto si arriva anche allo spinoso tema del vincolo di mandato per gli eletti a Cinque Stelle. Nonostante Grillo sia contrario alla norma che ha basi costituzionali, nell'atto fondativo c'è un passaggio che dice: "Gli eletti eserciteranno le loro funzioni senza vincolo di mandato". Infine si citano i valori fondamentali del Movimento: "Libertà, uguaglianza, dignità, solidarietà, fratellanza e rispetto". 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • enricoti

    13 Marzo 2013 - 08:08

    il popolo dirà che non vale perchè tenuto all'oscuro e che i due grilli + il grillo coatto devono essere sbattuti in galera per truffa, normale e facile no? e poi dirà che se i soldi...e sottolineo se...ce li mette quel...quel coso là con quel nome...come si chiama quello che ha un cognome da formaggio lumbàrd?...ah, casaleggio! i soldi ce li mette casaleggio e se casaleggio non ci mette + i soldi grillo va a botezà da un'altra parte, in galera o a santo domingo...in costarica basta che si cavi dalle scatole che ha già rotto di brutto

    Report

    Rispondi

  • locatelli

    13 Marzo 2013 - 01:01

    votando bersani o grillo e da masochisti

    Report

    Rispondi

  • locatelli

    13 Marzo 2013 - 01:01

    un grande politico italiano disse governare gli italiani e innutile sono daccordo.grillo e bersani e quello che ci meritiamo uno e stato votato a scattola chiusa l'altro un grand incapace

    Report

    Rispondi

blog