Cerca

Il caso

Movimento 5 stelle, firme false anche a Bologna: 4 indagati

Movimento 5 stelle, firme false anche a Bologna: 4 indagati

Dopo Palermo, scoppia anche a Bologna un caso M5S-firme false. La Procura indaga quattro persone nell’ambito dell’inchiesta su presunte irregolarità nelle modalità di raccolta delle firme per le liste circoscrizionali del Movimento 5 Stelle dei candidati alle elezioni regionali in Emilia Romagna del 2014. Il reato ipotizzato si riferisce all'articolo 90 del Dpr 570/1960, ovvero il testo unico delle leggi per la composizione e la elezione degli organi delle amministrazioni comunali. Iscritti sul registro degli indagati sono un esponente locale del Movimento 5 Stelle, un attivista e due addetti alla raccolta delle firme.

L'inchiesta era nata da un esposto presentato da due ex militanti grillini del paese montano di Monzuno. Nei confronti dei quattro indagati, tra cui risulterebbe anche il consigliere M5S Marco Piazza, vicepresidente del Consiglio comunale di Bologna, la Procura ipotizza irregolarità nella raccolta e nella certificazione delle firme (al momento non sono contestate firme false) per la presentazione dei candidati alle elezioni regionali del novembre 2014. Sarebbe contestato di aver autenticato firme non apposte in loro presenza oppure in un luogo diverso rispetto al requisito della territorialità o in mancanza della qualità di pubblico ufficiale.

Intanto alla Procura di Palermo è stata depositata l'informativa della Digos sugli accertamenti svolti in questo mese sulle firme false del M5S alle amministrative del 2012 del capoluogo siciliano. La Digos in queste settimane ha ascoltato oltre 400 persone per riconoscere le firme depositate dai grillini per partecipare alle Comunali di quattro anni fa. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • miraldo

    23 Novembre 2016 - 18:06

    M5s = Imbroglioni, incapaci e ladroni.............

    Report

    Rispondi

  • etano

    23 Novembre 2016 - 15:03

    Il compagno Grillo Beppe paladino dei poveri e dell'ecologìa va nelle piazze per sponsorizzare i suoi spettacoli a pagamento per mantenersi: Villa a Lugano vicina a quella di Mina, villa a S. Ilario, villa in Toscana, maxi yacht in Sardegna che inquina come una fabbrichetta, collezione auto da emiro e altre piccolezze. Comico greve e insignificante è volutamente attorniato da parassiti e falliti.

    Report

    Rispondi

  • Morales

    23 Novembre 2016 - 14:02

    Se sono coinvolti i grillini nelle firme false possiamo immaginare quanto lo sono i partiti tutti.

    Report

    Rispondi

  • mariocalcagni

    23 Novembre 2016 - 13:01

    Eccoli i Moralisti , capeggiati da chi , per decenni , si faceva pagare in NERO per EVADERE LE TASSE ! OLTRETUTTO SONO DEGLI ASSOLUTI INCAPACI ! SOLO PUTTANATE SUL WEB !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog