Cerca

Alta tensione

Giovanni Toti verso l'addio a Forza Italia, la rabbia di Silvio Berlsuconi dopo la manifestazione a Roma

Giovanni Toti

Un tempo era il leader in pectore. Si parla di Giovanni Toti: uno degli aspiranti leader più quotati e credibili, tanto da aver trionfato anche in Liguria. Ma ora, lo stesso Toti, per Berlusconi è considerato fuori dai giochi. Di fatto, fuori dal partito. Già, perché ora il Cavaliere sta seriamente pensando a un ritorno in campo in grande stile, magari con un aiuto dalla Corte europea. E se di fare le primarie non ne ha idea, e se Stefano Parisi lo ha già di fatto "cacciato", restava un dubbio: il nuovo leader non potrebbe essere proprio Toti? No, nemmeno per idea.

Il rapporto tra i due era teso da tempo, ma non era considerato compromesso in modo definitivo. Almeno fino a poche ore fa, fino a quando Toti non si è palesato sul palco a Roma domenica mattina con Matteo Salvini e Giorgia Meloni, i primi sostenitori delle primarie del centrodestra, con i quali si è immortalato in selfie tutti sorrisi. Berlusconi ha interpretato quel gesto come un gesto di guerra. "Che fate? State con me o andate con i lepenisti?", avrebbe detto ai suoi secondo quanto scritto da Repubblica. E tra i lepenisti o presunti tali, in primissima fila, c'è proprio quel Toti che, ora, è sostanzialmente fuori da Forza Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lattaro1939

    04 Dicembre 2016 - 21:09

    TOTI AGGREGATI A SALVINI E FRATELLI, D,ITALIA. LASCIA berlusconi che oramai è come Alfano e fini inseguendo sempre il rosso renzi. ero di i

    Report

    Rispondi

  • veneziano49

    30 Novembre 2016 - 00:12

    Toti fa bene a mollare Berlusconi , ormai abbiamo capito che lui vuole avere sotto di se la Meloni e Salvini per bloccare lo spostamento a destra e frenarli nei confronti di Renzi . Salvini e Meloni non aspettino più le volubili prese di posizione del Silvio e vadano per conto loro , aprendo al M5S per alcuni punti di programma . Se Berluisconi appoggerà Renzi questa è la soluzione .

    Report

    Rispondi

  • ernesto1943

    29 Novembre 2016 - 17:05

    tutta la mia solidarietà a Toti.il grande vecchio è fuso.sta tentando di rimettersi in sella ma il cavallo è selvatico sarà disarcionato e rimrrà con le ossa rotte.

    Report

    Rispondi

  • vittorioulisse

    29 Novembre 2016 - 17:05

    Comincio seriamente a temere che la, anche se timida, partecipazione di Berlusconi alla campagna referendaria possa essere un handicap per il NO. Vissuto come il dejà vu, come il rappresentante di uno scenario politico mal sopportato. Se pensiamo che i sostenitori del NO vengono tacciati di conservatorismo, in antitesi con il progressismo innovatore di Renzi, il gioco risulta chiaro.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog