Cerca

Un radar galeotto

Sicilia, Crocetta vuole già silurare Zichichi

Le indiscrezioni dicono di un presidente furioso con lo scenziato per il Muos. Lui smentisce (a metà)

Antonio Zichichi

Antonio Zichichi

Nell'idillio tra Rosario Crocetta e i grillini, di fatto insieme al governo della regione Siciliana, c'è una scheggia impazzita che rischia di mandare all'aria quello che, in molti, hanno definito il "laboratorio Sicilia". E' lo scienziato Antonio Zichichi, assessore alla cultura della regione, che sin dal primo giorno ha creato una non pochi imbarazzi all'ex-sindaco di Gela. Prima le prese di posizione a favore sul nucleare ("Vorrei una Sicilia piena di centrali nucleari", ha dichiarato), ora quelle a favore del Muos, il radar voluto dagli americani che secondo lo scienziato "servirebbe a proteggerci contro gli asterodi". Non la pensa così il presidente della Regione, che per non alienarsi il vitale consenso dei grillini a Palazzo d'Orleans e per evitare di mandare in frantumi la scellerata alleanza con il M5s, ha affossato il progetto. Stavolta, però, Zichichi deve averla proprio fatta fuori dal vaso, tanto che indiscrezioni di stampa davano Crocetta furioso con lo scienziato italiano, a cui avrebbe chiesto le immediate dimissioni. Tesi però smentita dallo stesso presidente della Regione, seppur parzialmente: “In relazione alle notizie di  stampa relative all’assessore Zichichi, non ho sostenuto che lo stesso debba abbandonare immediatamente l’incarico assessoriale, ma semplicemente che lo ritengo più adatto ad un incarico tecnico", ha scritto in un comunicato inviato alle agenzie, precisando poi che riguardo il futuro di Zichichi nella giunta "è in corso una riflessione". Non proprio un siluramento, ma poco ci manca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 44carlomaria

    15 Marzo 2013 - 18:06

    Il Professo Zichichi è stato presidente dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare dal 1977 al 1982 e nel 1978 è stato presidente anche della Società Europea di Fisica .Sembra proprio che di fisica nucleare e di onde radar se ne intenda. Crocetta dice di essere perito chimico,quindi le sue conoscenze di fisica non sono sicuramente paragonabili a quelle del Professore anche se emerito. Penso che se oggi siamo in crisi molto dipenda dal costo dell'energia che è uno dei maggiori nell'industria manufatturiera. In Germania l'energia costa il 20% meno che in Italia, loro hanno 8 centrali elettronucleari in funzione . Chissà perchè? In Francia sono 58 i reattori per complessivi 63.130 MW, inutile continuare. La demagogia dei nostri politici ci ha condotto a questa crisi, è ora di cacciarli a calci nel fondo schiena e, mi sembra che il processo si sia già avviato nelle elezioni politiche appena fatte. Asvedommia

    Report

    Rispondi