Cerca

La spiegazione

Napolitano: Monti non può abbandonare il Paese in questo momento

Il Presidente spiega perché non ha accettato la candidatura di Monti alla presidenza del Senato
Giorgio Napolitano

Giorgio Napolitano

E' stato un colloqui teso quello tra Giorgio Napolitano e Mario Monti. Il premier che sale al Colle per candindarsi alla presidenza del Senato. E Napolitano che gli risponde, a muso duro, picche. Pare che Monti, poco abituato alle bocciature, non l'abbia presa bene. Anzi. "Obbedisco, ma non condivido. Resto qui a marcire", avrebbe detto. Il giorno dopo il "no" a Mario Monti, Giorgio Napolitano spiega le ragioni per cui ha respinto la candidatura dell'attuale premier. "E' importante che in sede europea, e nell’esercizio di ogni iniziativa possibile e necessaria specie per l’economia e l’occupazione, il governo conservi la guida autorevole di Mario Monti fino all’insediamento del nuovo governo (per la cui formazione inizierò le consultazioni di rito mercoledì 20)". Nella nota diffusa dal Quirinale si legge inoltre che:  "L'abbandono, in questo momento, da parte del presidente Monti, della guida del governo, genererebbe inoltre - avverte il Presidente della Repubblica - problemi istituzionali senza precedenti e di difficile soluzione. Apprezzo pertanto il senso di responsabilità e spirito di sacrificio con cui - conclude - egli porterà a completamento la missione di governo assunta nel novembre 2011. Oggi si pone comunque il primo punto fermo della nuova legislatura, nell’interesse generale del paese così come resta un punto fermo - in una situazione che vede l’Italia esposta a serie incognite e urgenze - l’impegno del governo dimissionario rimasto in carica e in funzione sia pure con poteri limitati". 


L'augurio di Re Giorgio Mi auguro ancora che sia possibile giungere oggi all’elezione dei Presidenti della Camera e del Senato, e successivamente all’attribuzione di tutti gli incarichi istituzionali, in un clima di condivisione della responsabilità di favorire - dopo le elezioni del 24 febbraio e sulla base dei risultati che ne sono scaturiti - l’avvio di una costruttiva dialettica democratica e di una feconda attività parlamentare.   Oggi si pone comunque il primo punto fermo della nuova legislatura, nell’interesse generale del paese; così come resta un punto fermo - in una situazione che vede l’Italia esposta a serie incognite e urgenze - l’impegno del governo dimissionario rimasto in carica e in funzione sia pure con poteri limitati"

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fraferra

    20 Marzo 2013 - 21:09

    Ha succhiato lo Stato da tutti i lati,,, e ancora vuole succhiarlo,,, vai a lavorare nel privato altro che poltrone pubbliche!!!!

    Report

    Rispondi

  • lillignocchi1

    18 Marzo 2013 - 18:06

    Bel senso civico ha dimostrato il "caro prof". Proprio lui che con la sua degna amica Fornero, hanno fatto finte lacrime, predicato a dx e a manca che il posto fisso non deve esistere, che gli Italiani non devono adagiarsi sulle poltrone...e loro???? pezzi di m....a!!!

    Report

    Rispondi

  • lillignocchi1

    18 Marzo 2013 - 18:06

    Oramai "caro Presidente" i giochetti e i danni sono stati fatti, proprio grazie ai vs. sotterfugi. uno peggiore di codesto Monti non ce lo poteva proporre..intanto gli Italiani sono sempre + in miseria e, nonostante cio', dovranno continuare a pagare codesto individuo per tutta la Sua esistenza (senza contare moglie, figli, nipoti). Gia' NOI Popolo Italiano non abbiamo di che vivere ma "loro" vivono negli agi coi ns. soldi...La Giustizia Divina prima o poi arrivera' anche per loro!!!

    Report

    Rispondi

  • alfonsofiorucci

    16 Marzo 2013 - 19:07

    A forza fi scrivere contro Monti, ho finito l vocabolario. Se fare il senatore a vita, vuol dire marcire, pensate che idea ha del senso dello stato. Mi candido a sostituirlo; visto che ho 66 anni e grazie alla Fornero, non ho nemmeno la pensione. Che schifo!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog