Cerca

Spaccatura nel Pd

Civati guida gli anti-Bersani: "Facciamo un altro premier"

Il "metodo Grasso" potrebbe essere applicato anche per il premier: Pier rimpiazzato da un personaggio della società civile

Pippo Civati

Pippo Civati

Potrebbe essere un'arma a doppio taglio il "metodo Grasso" applicato da Bersani per la scelta dei presidenti della Camera e del Senato. Il leader del Pd, infatti, che ha schierato personalità non legate ai partiti per il Parlamento, potrebbe a sua volta essere rimpiazzato da un outsider della società civile alla guida del Paese.
 
Come scrive oggi Repubblica, infatti, nel Partito democratico c'è già chi si chiede se a questo punto non abbia più senso applicare il metodo Grasso alla scelta del premier. Di fatto la crepa nel Movimento cinque stelle è stata aperta proprio grazie alla proposta di due personalità come l'ex procuratore nazionale anti-mafia e Laura Boldrini, se fossero stati presentati la Finocchiaro e Franceschini non sarebbe mai potuto accadere. Per questo, scrive il "rottamatore" Pippi Civati sul suo blog, si potrebbe quindi realizzare il piano C, ovvero "fare un governo a tempo determinato sulla base dei punti che si stanno discutendo in questi giorni e cercare una figura che piaccia al Pd e al M5s se a quest'ultimo non andasse bene Bersani".
Per ora però Bersani non ha alcuna intenzione di farsi da parte. Vuole costituire un "dream team", un governo con personalità di altissimo livello con un programma inattaccabile dai grillini. Qualche nome? Milena Gabanelli, Fabrizio Barca, Carlin Petrini di Slow food per l'agricoltura, don Ciotti, Stefano Rodotà.   

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • EhEhEh

    18 Marzo 2013 - 17:05

    CarO piseik vedrai cosa combineranno questinche tu difendi.....basta pensare ad amato prodi visco la sanguisuganecc.ecc. Ma probabilmente tunsei uno che vuole pagare sempre piu tasse in cambio di nulla complimenti sei proprio un ................to.

    Report

    Rispondi

  • noncirestachepiangere

    18 Marzo 2013 - 16:04

    Avanti tutta! ... Se solo potessimo scendere noi da sto carrozzone, e non andare a sbattere tutti insieme per colpa delle vostre guide, illuminate, democratiche e chic (con i soldi degli Italiani pirla!) Cmq Ermocrate ... la Madre sarà pure nada a Magerada, ma datosi che la dobbiamo fare "sanda subido" per il soccorso all'umanità intera sofferente, ce se pò accondendà cuscì de na ciddà de provincia?? Fidate, meglio Calcutta ... ha' visto mai che ci risolve pure la crisi diplomatica con l'India?

    Report

    Rispondi

  • pinux3

    18 Marzo 2013 - 16:04

    E' una cosa che ho sempre pensato anch'io. Siccome i 5S la fiducia ai partiti non intendono darla (posizione legittima, del resto), perchè non proporre come premier una figura ESTERNA ai partiti (come Rodotà, ad es.) che metta insieme una squadra di ministri sempre esterni ai partiti e formuli un programma che possa andar bene sia al PD che ai 5S? D'altronde la collaborazioe tra PD e 5S è quello che auspica la maggioranza di entrambi gli elettorati...

    Report

    Rispondi

  • piserik

    18 Marzo 2013 - 12:12

    Avanti tutta con cambiamento, rinnovamento, gente seria... L'ultimo governo-farsa di Berlusconi sarà un drammatico ricordo da cancellare al più presto!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog