Cerca

Verso il Quirinale

Bersani, Grasso e la paura del Pd di fare un assist a Berlusconi

Bersani, Grasso e la paura del Pd di fare un assist a Berlusconi

Pietro Grasso è l'uomo giusto per tutti. Il presidente Napolitano, che lo vorrebbe "esploratore" o, nel caso, premier. Per i montiani e per il Pdl, disposti a convergere su di lui pur di dare un governo all'Italia, insieme al Pd. Ma, paradossalmente, potrebbe non essere l'uomo giusto proprio per il Pd e il segretario Pierluigi Bersani, che Grasso l'ha eletto presidente del Senato, di forza, e che potrebbe proporlo come esploratore, appunto. Il guaio è che Grasso piace tanto al resto del Parlamento (grillini esclusi), troppo. Il timore dei democratici è chiaro: di fronte a un appoggio convinto delle opposizioni, il presidente della Repubblica potrebbe convincersi a dare allo stesso Grasso l'incarico di formare un governo, diciamo così, "di larghe intese". Quello che non vorrebbe Bersani, naturalmente, e che potrebbe essere costretto a ingoiare visto il no ripetuto di Grillo a dargli la fiducia.

Il nodo giustizia - Ecco perché, e le prossime ore saranno decisive, i democratici potrebbero presentarsi al Quirinale per le consultazioni con una rosa di altri nomi un po' più sgraditi al Pdl. Il terrore è quello di dare un assist troppo goloso a Berlusconi perché il Cavaliere non lo raccolga da par suo. Fare un governissimo, infatti, significherà concedere qualcosa al centrodestra e accantonare una volta per tutte i sogni giustizialisti cullati da tempo a sinistra, quelle riforme (compresa l'incandidabilità di Berlusconi) che ad oggi rappresentano l'unico punto in comune con il Movimento 5 Stelle. Anche perché, pur se ex togato, Grasso appartiene al campo delle cosiddette colombe, specie in via d'estinzione in una sinistra sempre più ingrillita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    22 Marzo 2013 - 07:07

    Ossessionato da palazzo Chigi e dalla sua incontenibile presunzione infligge danni al paese da autentico criminale. E' lui che deve essere processato ma non da giudici, dal POPOLO.

    Report

    Rispondi

  • antonioarezzo

    21 Marzo 2013 - 18:06

    ah ah ..non l'hanno votato nemmeno a bettola.....ci finira' in una bettola ad ubriacarsi poveraccio....

    Report

    Rispondi

  • antonioarezzo

    21 Marzo 2013 - 18:06

    secondo me il paese andrebbe a destra, decisamente. delusione per il centrosinistra e paiura per un governo grillo. di sicuro governerebbe ancora il Belrusca. speriamo.

    Report

    Rispondi

  • Mario2009

    21 Marzo 2013 - 18:06

    Un Governissimo PD-PDL avrebbe brevissima durata come lo ha avuto il Governo Monti e alle prossime elezioni darebbe al Movimento 5* la possibilità di aumentare di molto il proprio consenso elettorale. E' proprio quello che Grillo auspica. Come si fa a non capirlo??

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog