Cerca

Happening azzurro

A Roma in piazza il popolo di Silvio: obiettivo 200mila persone

A piazza del Popolo la manifestazione nata contro le toghe. Tremila pullman e 4 treni speciali. Silvio: "Dare segnale della nostra forza"

A Roma in piazza il popolo di Silvio: obiettivo 200mila persone

I numeri sono quelli dei tempi di Forza Italia. Segno che il risultato elettorale ha galvanizzato ilò popolo di Berlusconi. Oer la manifestazione di domani a piazza del Popolo a Roma, è previsto l'arrivo da tutta Italia di 3mila pulmann e 4 treni speciali. Gli organizzatori contano su almeno 150mila persone (tra militanti e simpatizzanti), ma l'obiettivo è quota 200mila. ''Sono vietati flop, dobbiamo riempire la piazza per dare un segnale importante'', e' l'input arrivato da palazzo Grazioli. Silvio Berlusconi vuole dare una prova di forza senza alzare i toni dello scontro. Non dovrebbe essere piu' una iniziativa anti-toghe ma un'occasione per parlare di lavoro e tasse. Ma anche per denunciare ancora una volta la ''vergognosa decisione'' del governo italiano di far rientrare i due maro' in India.

 La scenografia sarà minimal: come sempre prevarranno l'azzurro e il bianco, ma niente maxistrutture. Momento clou sara' l'intervento del Cav (che pero' parlera' prima ai suoi riuniti nell'Ufficio di presidenza convocato alle 12, nella Sala Colletti di Montecitorio). Non mancheranno i maxischermi. Sara' allestita una sala stampa on the road. Bocche cucite sulle spese, ma la mobilitazione di piazza (dall'affitto della location alla sicurezza, dai pulman per portare le 'truppe cammellate' al palco con la scenografia, le luci e gli schermi formato gigante per il discorso del leader) sarebbe costata alle tasche del Cav almeno un milione di euro. I giovani pidiellini, coordinati da Annagrazia Calabria, indosseranno t-shirt rosse con la scritta 'Condannati a vincere' e il logo della Giovane Italia. Intanto, e' scoppiata una nuova polemica con il Popolo Viola, accusato di aver 'rubato' piazza San Giovanni al Pdl per poi ''ripiegare su piazza Santi Apostoli''. Fabrizio Cicchitto avverte: ''Se domani Roma rischia forti disagi sul piano della viabilita' e del traffico, la colpa e' solo del Popolo Viola: questo movimento ha chiesto una piazza per una propria manifestazione sapendo di non riuscire a riempirla con il solo scopo di evitare che vi manifestasse il Pdl''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • LapuLapu

    23 Marzo 2013 - 15:03

    Questo accadeva in U.R.S.S. ai tempi di Stalin e nella Cina di Mao Tze Dong, ed oggi in North Korea. Il culto della personalità di un singolo, che pensa per tutti, decide per tutti. Non uomini, ma schiavi completamente plagiati che applaudono nelle piazze come automi.

    Report

    Rispondi

  • eliolom

    23 Marzo 2013 - 14:02

    Si organizza il raduno e non si prenota la piazza. Si partecipa alle elezioni regionali del lazio, le penultime e non si presenta la lista dei canditati del Pdl. A quale gioco giocano i dirigenti romani? Sono inefficienti, se ne stiano a casa.

    Report

    Rispondi

  • futuro libero

    23 Marzo 2013 - 12:12

    vedi la differenza tra noi e voi è questa, noi non abbiamo bisogno di primarie per fottere 2 euro ai poveri per decidere il nostro leader,noi abbiamo un grande leader e siamo felici perchè siamo democraticamente tutti d'accordo e votiamo PDL perchè siamo d'accordo oltre che per il leader anche per i principi in cui crediamo,nessuno obbliga a votare PDL chi lo vota lo fa con grande libertà.Mentre credo che la schiavitù aleggi di più dalle vostre parti.Sembrava che renzi fosse il più amato ma bersani ha deciso fin dall'inizio che solo lui avrebbe vinto,così molti fedeli all'ideologia piddina ma amante di renzi sono stati costretti a prendersi bersani.A che servono le primarie se il vincitore è già scelto dall'alto se non a fare soldi? Ognuno di noi che crede in qualcuno non puoi pensare che per tutti è schiavitù mentre per voi è libertà,ma per pensare questo credi di essere libero? Bene buon per te.

    Report

    Rispondi

  • LapuLapu

    23 Marzo 2013 - 08:08

    ...asservito ai voleri del proprio padre/padrone. Mai un congresso, mai primarie di partito, per scegliersi il proprio leader liberamente. Questa sarebbe la LIBERTA' o è piuttosto SCHIAVITU'?

    Report

    Rispondi

blog