Cerca

Libertà secondo Tonino

Caso De Gregorio, Di Pietro perde le staffe con un giornalista

Prima lo invita a cambiare argomento, poi si avventa sulla telecamera e invita il cronista a spegnerla

Antonio Di Pietro

Antonio Di Pietro

Trombato alle ultime elezioni, Antonio Di Pietro è ancora piuttosto adirato. L'ex-pm, a margine di un convegno dell'Idv a Torino, reagisce in malo modo alle domande di un cronista de Il Fatto Quotidiano. Convinto di dover sostenere la solita, noiosa, intervista sulle strategie del partito, Di Pietro ascolta attentamente la domanda, ma quando sente la parola "cassetta" si inalbera. La cassetta in questione è quella registrata dall'ex-parlamentare Idv Giuseppe Caforio, che proverebbe il tentativo di corruzione subito da Sergio De Gregorio da parte di alcuni esponenti del Pdl. Caforio avrebbe passato il nastro a Di Pietro, che poi l'ha trasmesso  - dice lui - alla Procura di Roma, che però si dice all'oscuro della vicenda.

Di Pietro allergico alle domande - "Allora, chiede il giornalista all'ex-pm di Mani Pulite, quella famosa cassetta?". L'ex-ministro, visibilmente arrabbiato, risponde: "Abbia pazienza, sono stufo di vedere gente che approfitta, sono qui per parlare dell'Italia dei Valori". Ma il cronista, non contento, insiste, ponendo a Di Pietro sempre la stessa domanda: "Perché non ha consegnato la cassetta?". Il giustizialista Di Pietro, da sempre autodichiaratosi paladino della libertà di stampa, lancia al povero giornalista uno sguardo fulmineo. Scocciato dalle ripetute domande, l'ex-pm invita un suo collaboratore a far accomodore fuori il malcapitato giornalista, che però non si arrende e rilancia, ancora una volta con la stessa domanda. Di Pietro, livido di rabbia, perde le staffe e si avventa sulla telecamera, invitando l'irriverente cronista a spegnerla. Solo dopo una trattativa durata alcuni minuti, Di Pietro ha concesso una battuta al giornalista del Fatto: "Vige il sigreto istruttorio. Di quella cassetta non posso parlare". Una mezza risposta, insomma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alano

    29 Marzo 2013 - 12:12

    Ora che ha molto tempo libero può andare a fare una bella chiaccherata con Lapo, il nipotino di Agnelli. Logicamente, per capire poi cosa si sono detti ci vuole una traduttore.

    Report

    Rispondi

  • locatelli

    29 Marzo 2013 - 02:02

    a fatto la fine che si e meritava. si a fatto del male a molte persone anzi e durato anche troppo ma si consolera con tutti i soldi che a rubato al partito. vigliacco bugiardo falso

    Report

    Rispondi

  • st_arper

    26 Marzo 2013 - 12:12

    Spero che il popolo Italiano abbia capito con chi avevano avuto a che fare.

    Report

    Rispondi

  • duna

    26 Marzo 2013 - 06:06

    ANTONINO,POSSIEDE UNA CASSETTA,SI DELLE SUE CENERI,E DI TUTTO IL SUO CUCCUZARO.AMEN!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog