Cerca

Consultazioni bollenti

Silvio detta le sue condizioni: no a Saviano ministro e Zagrebelsky al Colle

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

No ad un governo con Saviano o don Ciotti ministro, no a Prodi o Zagrebelsky al Quirinale. Silvio Berlusconi detta le condizioni al centrosinistra. Primo: se vogliono l'appoggio del centrodestra ad un governo a guida Bersani allora devono proporre una rosa di personalità moderate e garantiste fra le quali il Cavaliere dovrà poi avere l'ultima parola. Secondo: il Pdl potrà dare il suo sostegno solo ad un esecutivo formato da figure tecnico-moderate. Terzo: non devono essere inseriti nel programma conflitto di interessi e ineleggibilità. 

Del resto, spiega il segretario del Pdl Angelino Alfano, "noi non abbiamo posto preclusioni nei confronti di alcun governo Bersani ma considereremmo incomprensibile un atteggiamento di chiusura da parte di chi ha vinto con solo lo 0,3 per cento in più". In sostanza, l'obiettivo del centrodestra non è il governo ma un presidente della Repubblica - che è anche capo del Csm - che non sia ostile al Cavaliere. Lo dice ancora una volta tra le righe Alfano: "La collaborazione tra le principali forze politiche non può non tenere conto che il turno elettorale coincide con l'elezione del presidente della Repubblica. Le forze più rappresentate vanno coinvolte in momento così delicato".

In questo scenario, che esclude quindi candidati al Colle come Romano Prodi, Rodotà o Zagrebelsky, salirebbero quindi le quotazioni di Giuliano Amato.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    30 Marzo 2013 - 12:12

    E tu mi sa che sei un minus quam mm..

    Report

    Rispondi

  • UNGHlANERA

    29 Marzo 2013 - 01:01

    mi sa che sei un pirla

    Report

    Rispondi

  • benewalter

    28 Marzo 2013 - 12:12

    se saviano è valido per fare il ministro(di che?)dovrebbe essere stato scelto almeno dai cittadini, e non dal segretario del pd solo per cercare di accaparrarsi i consensi di alcuni grillini. Credo che mettere chicchesia in un ministero non sia la mossa giusta(vedi Battiato): Bersani deve smettere con questo tira e molla. Accetti l'idea che ha perso, anche se di poco ha vinto, e lasci il posto a qualcun altro che,lasciando perdere la spocchia di partito della legalità, si rivolga a chi un terzo dell elettorato rappresenta.Gli Italiani se ne fregano della legge sul conflitto d'interessi, vogliono che siano fatte delle riforme per far ripartire l'economia,dare i soldi alle imprese, le grandi opere devono ripartire, poi la giustizia si deve riformare, i giudici devono pagare civilmente per i loro sbagli, la divisione delle carriere, la riforma della sanità, le energie alternative, le nostre missioni all estero da rivalutare, ecc ecc, non puttanate, ma fatti reali.

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    28 Marzo 2013 - 12:12

    ahahaha, con lo 0,3 in più ha vinto il Pd. comprati una calcolatrice. conta la governabilità mio caro, non lo 0,3 in più.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog