Cerca

Guarda il video

Grillo chiude le porte a tutti:
"La fiducia non la diamo a nessuno"
Poi l'allarme: "Temo per i miei figli"

Beppe Grillo

Beppe Grillo

Beppe Grillo fa il punto sulla situazione poco dopo la chiusura dei Roberta Lombardi e di Vito Crimi a qualunque tipo di governo politico o pseudotecnico durante le consultazioni al Quirinale. Il leader interviene telefonicamente a La Cosa sul suo blog. Grillo è un fiume in piena. Sente il bisogno di smentire qualunque tipo di apertura a qualunque operazione di governo. Beppe inanzitutto torna alle vecchie abitudini e attacca destra e sinistra. Il messaggio è per Berlusconi e per Bersani: "'E noi saremmo i responsabili del fatto che il Paese non è governabile perché non diamo la fiducia? Basterebbe analizzare queste parole ma ci vorrebbe un neurologo''. ''Noi entreremo in Parlamento e faremo quello che abbiamo detto dei nostri 20 punti''. Poi Beppe parla dei "suoi" parlamentari e delle scelte che devono fare: "Sono felice e contento che il nostro movimento si sia mantenuto fedele al nostro programma. Ci sono dei delusi che ci hanno votato e che pensavano che votassimo la fiducia al Pd? Hanno sbagliato il voto, non abbiamo mai detto che avremmo dato fiducia a qualcuno, perché per noi è mettersi in gioco e partecipare". Ma il comico genovese è pragmatico e dà anche un consiglio al governo ancora in carica: "Un governo, misero, c'è, e allora si potrebbe andare in Parlamento domani e fare, con una votazione, l'abolizione del Porcellum per tornare alla legge precedente e a un Paese normale. Sarebbe un segnale".


I miei figli in pericolo -
 Dopo comincia il solito monologo contro i giornalisti. Un attacco feroce ai cronisti, colpevoli di voler raccontare il Movimento Cinque Stelle: "'E' peggio la casta dei giornalisti di quella dei politici. Ora iniziano ad essere terrorizzati e fanno bene. Perchè la rete ingloberà tutto". Infine Grillo si dice preoccupato per la sua famiglia e soprattutto per i suoi figli, e lancia l'allarme: "I giornalisti mettono a repentaglio la sicurezza mia e dei miei figli pubblicando l'indirizzo di casa mia". Giornalisti che, ribadisce il guru, hanno pure rilanciato malamente una presunta dichiarazione di Crimi sul sì a un governo pseudo-tecnico. "Povero giornalista, la conosco quella voce - ha ironizzato -. E' di un povero ragazzo frustrato che per sopravvivere si fa pagare 10 euro al pezzo...". Insomma Beppe ora si sente circondato. Da chi? Non si sa. Ma di sicuro lui da casa controlla tutto. Ogni cosa che facciano o dicano Crimi, Lombardi e i singoli deputati o senatori a Cinque Stelle. (I.S.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fraferra

    31 Marzo 2013 - 16:04

    e avrebbe potuto iniziare la RINASCITA dell'Italia,,, niente da fare,,,, occasione perduta,,,, se eliminavi Berlusconi uno era fuori gioco,,,, poi piano piano conquistavi altri italiani,,,, ma così facendo non hai concluso niente!!!!! Restiamo sempre in mani ai soliti vecchi politici che succhiano l'Italia!!!!!

    Report

    Rispondi

  • colombinitullo

    30 Marzo 2013 - 19:07

    lei mi ha anticipato però,per maggiore conoscenza,rettifico il suo post dicendole che i morti nell'incidente sono stati TRE tra cui il ragazzino mentre il verme,quando se l'è vista brutta, è saltato dalla macchina.In realtà ha subito due processi dove,in appello, è stato condannato ad un paio d'anni. Era stato sconsigliato da tutti e la strada aveva cartelli ben visibili di divieto di transito ma lui,con il grosso fuoristrada,si sentiva il più furbo(adesso fà l'ambientalista,il verde e pure il pirla). Il risultato ....TRE MORTI.Bravo pirla!!!!!!!!!!!!!!!!pertanto siamo noi che dobbiamo tutelare i nostri figli da questo soggetto invasato.Non nego che la sua presenza alle ultime votazioni sia servita a dare una scossa;speriamo dia anche i frutti. Saluti

    Report

    Rispondi

  • IL CONSOLE

    30 Marzo 2013 - 17:05

    Caro grillo da schiamazzo, dovresti sapere, che siamo noi ad avere paura per i nostri figli. Vuoi sapere perchè? Perchè sappiamo tutti che guidi ubriaco, e che hai già causato la morte di 2 persone, tra cui un bambino. Tra l`altro, non ci hai mai spiegato, il motivo per cui non sei stato processato. Invece di inveire e schiamazzare, dovresti rinchiuderti in un convento, e "ruminare" sui tuoi peccati.

    Report

    Rispondi

  • Frenki

    30 Marzo 2013 - 17:05

    Avevi la possibilità di eliminare Berlusconi dallo scenario italiano e invece cos'hai combinato!! hai distrutto Bersani anzichè aiutarlo a eliminare il menzognero di professione il pluricondannato e venditore di fumo. Non vedi come gongola il caimano, per scampato pericolo e farà ancor di più i cazzi suoi, in vista delle prossime condanne e di TE povero MASANIELLO del 2013 farà un boccone.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog