Cerca

La freccia del Sud

Pd, Crocetta sarà l'anti-Renzi,
lo vogliono candidato premier
Barca: "Sarebbe lui l'uomo giusto"

In via del Nazareno le provano tutte per fermare il rottamatore. Il governatore siciliano non si tira indietro: "Sono pronto al grande salto". E' onnipresente in tv, più di Bersani e Renzi. E' già in campagna elettorale

Rosario Crocetta

Rosario Crocetta

di Ignazio Stagno

Rosario Crocetta non si ferma più. Dopo aver fatto fuori dalla sua giunta Franco Battiato e Antonio Zichichi, il Governatore siciliano guarda a Roma. Lui è l'unico prototipo di alleanza di governo tra centrosinistra e Movimento Cinque Stelle. Così ora Crocetta pensa anche alla premiership e vorrebbe un posto da candidato premier alle prossime elezioni. Non manca tanto. Il voto, visto lo stallo attuale, sembra dietro l'angolo. In un'intervista a Repubblica Palermo, il governatore non nasconde le sue ambizioni.  "Il modello Sicilia va esportato. Per carità, io sono governatore della Sicilia e sono un uomo delle istituzioni e di partito, ma di certo questo è il momento che il Megafono ( la lista che ha fondato, ndr) cresca anche oltre lo Stretto, da Torino e Milano chiedono un mio impegno e penso che occorra portare una ventata di aria nuova nel Paese: presenteremo liste alla Camera e al Senato". Il nome di Crocetta pian piano comincia a sedurre via del Nazareno. Crocetta candidato premier non è una suggestione del governatore, ma un pensierino ad alta voce di parte del Pd. Fabrizio Barca lo ha detto chiaramente: "Rosario, saresti un candidato ideale per il centrosinistra". Una battuta che lascia aperte le porte a qualunque soluzione.

Grasso è lo sponsor - Crocetta ha un pedigree antimafia di tutto rispetto alle spalle. E tra i suoi più grandi sponsor c'è il presidente del Senato Pietro Grasso. I due sono grandi amici. E l'ex procuratore nazionale antimafia potrebbe lavorare dentro le mura del Pd per portare il nome di Crocetta sul tavolo della direzione nazionale. "Siamo in grande sintonia, a Roma come a Palermo, per ridurre i costi della politica e rendere sempre più trasparenti i Palazzi delle istituzioni", spiega Crocetta. E il governatore ha già il suo programma per la premiership: "Rinnovamento delle istituzioni, questione della povertà che vivono le famiglie italiane e sviluppo per le imprese, sono queste le priorità". 

Anti-Renzi - Crocetta sa meglio di Bersani come si fa una campagna elettorale. E gioca d'anticipo. In tv è ovunque. Ospite di Giletti a L'Arena, una chiaccherata con Daria Bignardi a Le Invasioni Barbariche, poi un salto ad Uno Mattina ed anche a Ballarò. Non manca all'appello nemmeno I Fatti vostri di Michele Guardì e Giancarlo Magalli. Insomma un tour de force che ha portato Crocetta dentro gli schermi degli italiani. Lui non teme la concorrenza invincibile e forte di Renzi che va ad Amici. E rilancia: "Mi chiamano in tv perché sanno quello che sto facendo in Sicilia: io sono un governatore di strada, una persona umile che lavora sodo per cambiare le cose". Insomma nel Pd è pronto l'anti-Renzi. Crocetta si sente costantemente con il braccio destro di Bersani, Maurizio Migliavacca. Non è un dettaglio. Inoltre anche Umberto Ambrosoli sta facendo di tutto per portarlo a Roma come candidato premier. Intanto Giletti lo ha inserito nel sondaggio domenicale di "chi vorreste come premier: Bersani, Berlusconi...o Crocetta?". Lui se la ride e accende un'altra sigaretta. Ma chi vuol far fuori Renzi lo sta tirando per la giacchetta. Nel Pd amano complicarsi la vita. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Uchianghier

    Uchianghier

    12 Aprile 2013 - 19:07

    Sai quante mano-morte volerebbero.

    Report

    Rispondi

  • eovero

    12 Aprile 2013 - 18:06

    Ma cosa hanno dimostrato questi siciliani (Grasso-Crocetta)per il momento? direi nulla! anzi con Grasso anti mafia,cosa nostra è andata a nozze,Crocetta più di dire stxxxxxe per il momento è inutile!! ma dico se Maroni fosse Siciliano cosa avrebbero fatto di lui? minimo l'avrebbero fatto Papa. Visto che tutti hanno ammesso che è stato il più grande ministro dell'interno...ma lui è Lombardo allora non vale niente....

    Report

    Rispondi

  • aldogam

    04 Aprile 2013 - 18:06

    Visti gli interessi manifestati negli ultimi anni dalla procura di Milano pensano che Crocetta sarà al riparo da incriminazioni per frequentazione di fanciulle. Ma se un'altra procura cambiasse genere?

    Report

    Rispondi

  • makisenefrega

    03 Aprile 2013 - 16:04

    gli insulti ai siciliani sono tipici della gente intellettualmente disabile. Per quanto riguarda Crocetta, io da Siciliana, auguro al PD di desistere. Quest'uomo è un pazzo, completamente fuori di testa, che in apparenza sembra stia facendo la rivoluzione ma, tra pochi mesi, il disastro finanziario e di disoccupazione a livelli mai avuti prima, scoppierà come una bomba atomica.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog