Cerca

La trattativa per il Quirinale

Grasso, la tentazione Pd: mollare il Senato e cederlo al PDL

E' l'ipotesi a cui sta lavorando Bersani per convincere Berlusconi ad accettare i suoi nomi per il Colle

Pietro Grasso

Pietro Grasso

di Sebastiano Solano

Potrebbe aver vita breve Pietro Grasso alla presidenza del Senato. Secondo quanto rivela Repubblica, l'ex-procuratore nazionale antimafia potrebbe lasciare Palazzo Madama per andare ad occupare la casella di ministro della Giustizia. Il motivo? Lasciare il posto ad un'esponente del Pdl, ed evitare quindi quella che Silvio Berlusconi e tutto il Pdl hanno definito, senza giri di parole, "un'occupazione militare delle istituzioni". La mossa sarebbe una variabile dipendente della partita più importante che si sta giocando in queste ore tra Pd e Pdl: quella per il Quirinale.

L'ipotesi - Lo scenario è questo: il segretario del Pd Pierluigi Bersani proporrà al Pdl una rosa di nomi di area centrosinistra ma 'non sgraditi' al centrodestra. I nomi sono i soliti: Giuliano Amato, Massimo D'Alema e Franco Marini. Se il Pdl non dovesse accettare, il Pd si voterebbe ugualmente il presidente della Repubblica che più gli aggrada, confermando in tal modo i timori del Pdl riguardo all'occupazione militare della cariche istituzionali. E il Pdl avrebbe buon gioco a ribellarsi a questo stato di cose. A questo punto entra in gioco Grasso: in un complesso gioco dell'oca istituzionale, l'ex-magistrato andrebbe a fare il ministro della Giustizia, lasciando libera la casella del Senato, che andrà ad un esponente del Pdl, molto probabilmente Renato Schifani. Servirà a calmare gli uomori del Pdl?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bettely1313

    03 Aprile 2013 - 20:08

    deve andare al Quirinale. Berlusconi lo pretendiamo, quindi non ceda alle lusinghe del PD. Grasso al Quirinale e Quagliariello al Senato è ambiguo, sembra quasi una trappola.

    Report

    Rispondi

  • Baronedel Carretto

    03 Aprile 2013 - 16:04

    Non va ragazzi! Al voto subito!

    Report

    Rispondi

  • perfido

    03 Aprile 2013 - 15:03

    Assolutissimamente, no. Il Cavaliere deve solo stare a guardare e giudicare secondo Costituzione. Non deve più competere con il PD. Lasciare a loro la responsabilità, anche perché dicono -in giro- di aver vinto le elezioni. Allora, provvedessero a far funzionare il Parlamento. Niente giochini, perché noi del PdL abbiamo la magistratura(italiana) contro, in tutti i sensi. Silvio forever.

    Report

    Rispondi

  • Lucyfarm

    03 Aprile 2013 - 14:02

    Sto PD con la solita arroganza ,toglie di qua' e mette di la', pur di dire sempre no all'avversario.Tutto cio' e' patetico e vergognoso!!!!

    Report

    Rispondi

blog