Cerca

Salvagente

Ingroia, Crocetta gli cerca un incarico a Roma

L'ipotesi è quasi realtà. L'ex pm trombato dal voto non vuole né il Guatemala né Aosta. Così il governatore si applica: "Le nostre strade si incroceranno"

Ingroia, Crocetta gli cerca un incarico a Roma

Antonio Ingroia ora è nelle mani di Rosario Crocetta. Tra i siciliani ci si aiuta. Così il governatore tende una mano al "trombato" di lusso di Rivoluzione Civile a cui spetta un triste ritorno in magistratura nella lontana Val d'Aosta (unica circoscrizione in cui non si è candidato), lontano da Roma e dalla partita della politica che conta. Così Crocetta comincia a pensare su come salvare l'ex pm. In Guatemala non ci vuole tornare e tra gli chalet di Aosta la toga ha già fatto sapere di non trovarsi a proprio agio. A Palermo, tra i corridoi di palazzo d'Orleans le stanno provando tutte per dare una poltrona ad Ingroia. Crocetta ha finalmente trovato un'idea per salvarlo dall'esilio valdostano: un bell'incarico di rappresentanza per la regione Sicilia negli uffici distaccati di Roma.

Vacanze romane - Il governatore, come ha già affermato nelle scorse settimane si prepara per il "grande salto", così si tiene buoni gli amici che possono dargli una mano nella prossima campagna elettorale. Il governatore dunque non smentisce l'ipotesi di un Ingroia nella capitale per conto della Sicilia: "Antonio Ingroia consulente? Sinceramente non ne abbiamo mai parlato. Lo stimo molto, credo che siamo destinati a incrociarci. Una collaborazione con lui sarebbe benvenuta, così come con quella parte della sinistra che aveva scelto una strada diversa in campagna elettorale". Insomma l'accordo c'è ma meglio procedere a fari spenti.

Alleanze pericolose - E lo stesso Ingroia non dice no ad una poltrona romana come mascotte siciliana: "Ringrazio per le sue parole il presidente Crocetta, sono convinto anche io che si possano creare le condizioni perché le nostre strade separate si incrocino". Dunque dopo la cacciata di Battiato, l'epurazione di Zichichi e la chiamata in giunta della segretaria che scriveva a Lady Gaga, ora è il turno del pm riciclato. Gli incarichi per Crocetta sono uno spot per se stesso. Ma la voglia di apparire quasi come un mecenate dell'intellighenzia sicula a volte gli è costato caro. Battiato e Zichichi sono state due figuracce. E' in arrivo anche la terza con Ingroia? (I.S)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gioch

    10 Aprile 2013 - 16:04

    Per promuovere l'immagine della Sicilia nel mondo?Non siamo(siete)già abbastanza sputtanati?

    Report

    Rispondi

  • colombinitullo

    08 Aprile 2013 - 15:03

    i due amanti

    Report

    Rispondi

  • kinowa

    07 Aprile 2013 - 09:09

    Caro crocetta, perche non fai un ufficio distaccato in Guatemala? Ecco, lì vedrei volentieri ingroia fuori dai c......- D'altronte gli Italiani si sono già espressi in merito.

    Report

    Rispondi

  • gattotigrato

    05 Aprile 2013 - 00:12

    Peccato perdiamo un intercettatore di conversazioni fra stambecchi che incolpano il solito Berlusconi per una strage di cornuti

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog