Cerca

Tensioni padane

Carroccio-bis: già depositato
l'atto fondativo del nuovo partito

Il senatore Leoni: "La politica non si fa cacciando via tutti"
Roberto Maroni e Umberto Bossi

C'è bufera in casa Lega. Le due anime del partito, quella di Roberto Maroni e quella di Umberto Bossi sono da mesi ai ferri corti. All'orizzonte c'è il raduno di Pontida di domani. Ma ora si parla apertamente di scissione. Secondo il Fatto Quotidiano l'ex senatore del Carroccio Giuseppe Leoni, uomo vicino al Senatùr, ha già depositato dal notaio l'atto fondativo del nuovo partito. Il nome e il simbolo del partito sarebbero quindi già pronti. "Aspettiamo Pontida, poi si vedrà. Ma a forza di epurare è ovvio che si creerà un nuovo contenitore politico. La politica si fa tirando dentro mica cacciando tutti", afferma Leoni.

Domani al raduno l'aria sarà tesa. Le critiche cominciano a togliere il fiato a Maroni. I "bossiani" non gli perdonano il flop elettorale e l'alleanza con Berlusconi anche in chiave Pirellone. In realtà Maroni la sua partita per le regionali in Lombardia l'ha vinta in maniera netta. quindi tiene duro e con lui c'è anche Flavio Tosi. Ma l'ipotesi di una "Lega bis" non porta certo tranquillità nelle valli padane. Le parole di Bossi pesano ancora. "Maroni da sei mesi dice mi dimetto, poi all'ultimo momento si è accorto di avere il culo molto più largo per poter stare su due poltrone", aveva detto il senatùr. Maroni minimizza e prova a buttare acqua sul fuoco. "Domani sul sacro suolo di Pontida la Lega marcerà nell’unica direzione, Macroregione del Nord e 75% delle tasse in loco. Non so - dice Maroni a Radio Padania - cosa si inventano i giornali. Se vogliamo, è tutta pubblicità. Ma sono tutte str... che   i giornali scrivono e non hanno alcun fondamento. Domani si vedrà,   domani è la grande occasione per l’offensiva su questi temi. Sul sacro suolo di Pontida non c'è spazio per   nient'altro: tutte le forze devono unirsi in questa direzione. Se c'è qualcuno che ha idee diverse, si accomodi, faccia quel che vuole,  ma la Lega è questa: grande progetto per la Macroregione e tenerci i nostri soldi". 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sberlusca

    07 Aprile 2013 - 11:11

    Ecco la nuova puttanata di Maroni ,si riparte porte aperte a tutti quelli che hanno rubato, datoché dopo quello che è successo nessuno è stato radiato dal partito . Bossi in primis. Poveri leghisti ci credete sempre in questi buffoni?

    Report

    Rispondi

  • Franco Giunta

    07 Aprile 2013 - 10:10

    Se così fosse la Lega fra pochi anni chiuderà i battenti... addio Alberto di Giussano.

    Report

    Rispondi

  • antari

    07 Aprile 2013 - 01:01

    e tu Renzo Bossi lo vuoi tenere? :P

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    06 Aprile 2013 - 22:10

    che i comunisti volevano far sparire la Lega inventandosi peccati e peccatori all'interno del partito. Non solo non ci sono riusciti, ma la Lega raddoppia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog