Cerca

Il Cav prova a sbloccare la situazione

Berlusconi: il 15 aprile presenteremo 8 ddl

Silvio Berlusconi
Il leader del Pdl Silvio Berlusconi fa sul serio. Stufo, così come tutti gli italiani, dello stallo sitituzionale creatosi all'indomani del voto di febbraio, il Cav ha deciso di prendere la situazione in mano, annunciando, con una lettera agli elettori publicata sul sito del Pdl, di essere in procinto di presentare 8 proproste per far uscire il Paese da una crisi ormai quinquennale. Delle proposte choc, a cui difficilmente il Pd e gli altri partiti potranno sottrarsi. Nell'incipit della lettera Berlusconi redarguisce il Pd e Bersani testardamente all'inseguimento di Beppe Grillo, autori di un teatrino le cui conseguenze ricadono, totalmente, sui cittadini: "Mentre la politica si impantana, si fa del male e ci fa del male - si legge - noi avvertiamo la necessità e l’urgenza di cambiare rotta per ridare alle famiglie e alle imprese la fiducia e la forza di andare avanti in una situazione economica davvero difficile. Per questo motivo, sabato 13 aprile a Bari, illustreremo il contenuto di questi otto disegni di Legge, già pronti per essere presentati al Senato della Repubblica"

Le proposte - Come si legge nella lettera le proproste riguarderanno:  1)  l'abrogazione dell’Imu sulla prima casa, sui terreni e sui fabbricati funzionali alle attività agricole e la restituzione degli importi versati nel 2012;  2)  la revisione dei poteri di Equitalia, con particolare riferimento alle sanzioni, alle maggiorazioni di interessi e ai meccanismi di rateizzazione;  3)  il riconoscimento alle imprese - per le nuove assunzioni a tempo indeterminato di giovani, disoccupati e cassintegrati - di una detrazione (sotto forma di credito d’imposta) per i primi 5 anni dei contributi relativi ai lavoratori assunti, nonchè l'esenzione, per questi ultimi, dall’IRPEF sul salario percepito;  4)  il passaggio dalle autorizzazioni burocratiche ex ante ai controlli ex post, per quanto riguarda lo svolgimento di ogni attività di impresa; 5)  l'abolizione dei contributi pubblici per le spese sostenute dai partiti e dai movimenti politici; 6)  le norme per la riforma del sistema fiscale; 7)  le disposizioni di revisione della Costituzione per quanto riguarda l’elezione diretta del Presidente della Repubblica e il rafforzamento dei poteri del Presidente del Consiglio dei Ministri; 8) le disposizioni per la riforma della giustizia.

Onorare il patto con gli elettori - L'obiettivo del Cavaliere è chiaro: spronare il Pd, e soprattutto Pierluigi Bersani, ad un'assunzione di responsabilità. Spiega nella lettera: "Queste nostre proposte hanno in sè la forza di un cambio di passo, di uno shock istituzionale ed economico, che tende da un lato, allo sviluppo e al rilancio della nostra economia e, dall’altro, al ritorno della fiducia nello Stato, il cui compito resta quello di creare le condizioni adatte perchè i cittadini possano realizzare le proprie ambizioni e i propri progetti". Infine, Berlusconi ci tiene a sottolineare come, con tale mossa, il Pdl intende onorare gli impegni presi con gli elettori: "E’ questo che il Paese ci ha chiesto con il voto. E’ con questi primi atti che intendiamo recuperare l’orgoglio di essere italiani, l'orgoglio di crescere, l’orgoglio di sprigionare le energie che ciascuno ha in sè".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marina58

    09 Aprile 2013 - 22:10

    scorata e confusa;è dir poco, questa è una bolgia infernale.Ti scrivo solo oggi in quanto, ieri, ho subito un piccolo e doloroso intervento al seno, una biopsia,(doloroso in quanto, l'anestesia ha agito in ritardo) immagina lo stress, fisico e mentale, ora ho bisogno di riposo, sino al responso.Ho cercato di rispondere anche alla Gentilissima, una rosa? e una rosa, non che,al Signor Zelig, ma non ne vedo traccia.Continua e persevera, siete i migliori e sapete rispondere adeguatamente a codesti individui, privi di dignità. Vi seguirò, sempre con interesse ed attenzione, anche se non mi pronuncerò.Ora sono un tantino stanca e delusa scusami...ps Cianno, caro, non puoi dare a me la colpa, se un'accozzaglia di mentecatti, gioca da mane a sera...è vero non ci capisco più niente, ma, da parecchio, per il momento stammi bene, un'abbraccio a tutti voi...si! Marinella.

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    08 Aprile 2013 - 18:06

    Ti vedo scorata e confusa e ne hai ben d'onde!Tuttavia devi avere fiducia in Ciannosecco,UNGHIANERA,alvit,e tutti gli amici abituali del blog! Una talpa di merda si diverte da qualche settimana a postare con il mio nick-name,avrai notato tuttavia che questa merda è un assatanato detrattore di Silvio,cosa che il vero UNGHIANERA non è e non sarà mai!Questo postato è scritto da me,il vero UNGHIA,ed è rivolto a te per tranquillizzarti!Segui il tuo istinto,prima o poi la merdaccia cesserà di esistere ed io ritornerò ad impossessarmi di ciò che è mio!Ora sono in guerra,e non escludo nessun mezzo!A presto e segui l'istinto...

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    08 Aprile 2013 - 15:03

    Ciao bell'Antonio,sono sempre io,non ti preoccupare.Ti ho risposto in quella maniera,non perchè mi hai ripreso sulla grammatica,ma perchè non c'entrava niente.Continua dire quello che vuoi,non mi offendo.Ciao.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    08 Aprile 2013 - 15:03

    Sei fuori strada,ma di tanto.La colpa è però tua,ti avevo detto di scrivermi tempo fa.Il risultato è sotto i tuoi occhi,non ci capisci più niente.Ciao Marinella-

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog