Cerca

Matteo alla conquista del servizio pubblico

La lotta di Renzi per la guida del Paese inizia da Viale Mazzini

Rai Trade, guidata dal renziano de Siervo, presenta i suoi prodotti a Firenze. E Gori si aggiudica due prime serate sulla prima rete..

Matteo Renzi

Matteo Renzi

 

Ostacolare l'accordo Pd-Pdl per il Quirinale, impedire la formazione di un governo Bersani e andare alle urne, con il Pd de-bersanizzato pronto a seguirlo. E' questa, in estrema sintesi, la strategia di Matteo Renzi per assumere la guida del Paese. Ma per raggiungere l'obiettivo serve l'aiuto dei media e, su tutti, della Rai. Le comparsate da Fabio Fazio, da Daria Bignardi e, tra le polemiche, da Maria De Filippi non bastano. Serve che la Rai faccia ciò che ha fatto durante l'ultima campagna elettorale in favore di Monti: dargli visibilità, sostenerlo mediaticamente, osannarlo. D'altra parte, a Viale Mazzini hanno già fiutato il vento e in molti, moltissimi, si stanno ricollocando.

Tempi di 'spostamenti' a Viale Mazzini - Piccoli segnali, per ora. Che renderanno il tutto più evidente quando verrà certificato il fallimento di Bersani, ancora potenzialmente in campo. Uno di questi segnali, l'ultimo in ordine di tempo, è la presentazione dei format e dei telefilm che Rai Trade, guidata dal renziano Ugo de Siervo, presenterà agli investitori stranieri proprio a Firenze, dove ci saranno oltre 200 produttori internazionali, che in quattro giorni di incontri e convegni avranno la possibilità di visionare i prodotti Rai: fiction, mini-serie, format esclusivi e lungometraggi. 

E Gori si aggiudica due prime serate su Rai Uno - E sempre a proposito di programmi, come rivela Dagospia, altro piccolo segnale d'avvicinamento della Rai a Renzi (o viceversa), è il colpo messo a segno dall'ex-spindoctor di Renzi, ossia Giorgio Gori, che con la sua casa di produzione Magnolia è riuscito a portarsi a casa due prime serate di seguito su Rai Uno. E' la prima volta che succede e, visto l'andazzo, non è detto che sia l'ultima.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bettely1313

    06 Aprile 2013 - 21:09

    quanto succede nel mondo della mala. Quando i capi malavitosi cominciano a farsi la guerra ci sono subito pronti quelli che vogliono fare il salto di qualità, si fa per dire per sostituirli prendendo il loro posto, insomma la cosiddetta manovalanza. Renzi Sindaco di Firenze manovalanza del PD aspira a prendere il posto di Bersani, come se lui fosse diverso. Una volta al posto di Bersani proseguirà la stessa politica che il PD ha sempre praticato. Non fatevi illusioni. E' sempre un comunista.

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    06 Aprile 2013 - 21:09

    quanto succede nel mondo della mala. Quando i capi malavitosi cominciano a farsi la guerra ci sono subito pronti quelli che vogliono fare il salto di qualità, si fa per dire per sostituirli prendendo il loro posto, insomma la cosiddetta manovalanza. Renzi Sindaco di Firenze manovalanza del PD aspira a prendere il posto di Bersani, come se lui fosse diverso. Una volta al posto di Bersani proseguirà la stessa politica che il PD ha sempre praticato. Non fatevi illusioni. E' sempre un comunista.

    Report

    Rispondi

blog