Cerca

Nervi tesi a Montecitorio

Lupi, battibecco col grillino sui "pianisti"

Il 5 stelle Andrea Colletti interviene per denunciare i "pianisti", ossia i deputati che votano per colleghi assenti. E scoppia la lite col presidente dell'aula

Lupi, battibecco col grillino sui "pianisti"

battibecco, oggi alla Camera, tra il deputato grillino Andrea Colletti e il pidiellino Maurizio Lupi, che in quel momento stava presidendo l'aula di Montecitorio. Oggetto del contendere: i "pianisti", ovvero quei parlamentari che votano anche per i colleghi in quel momento assenti dall'aula. "Si ripete l’abitudine di deputati di votare per altri deputati assenti - scandisce dopo un paio di votazioni, senza registrazione dei nomi Andrea Colletti. "Una cosa che - scandisce - rasenta la truffa ed è un comportamento vergognoso. Invito la presidenza a controllare che deputati non votino per altri deputati perchè la legalità deve tornare ad eseere principio fondante dell’assemblea". Lupi interrompe il deputato: "Finora ci sono state solo due votazioni, mi sembra impossibile che, come dice lei, si ripeta spesso, comunque il suo richiamo è corretto". Ma a Colletti non basta. E riprende Lupi: "La invito a non interrompere il mio intervento" dice. E qui l'aula rumoreggia. A quel punto, Lupi chiude la questione: "Il presidente la può interrompere, mi pare comunque che il contenuto del suo richiamo sia assolutamente pertinente".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ubik

    06 Giugno 2013 - 15:03

    prendi la campanellina e vai a fare il chierichetto

    Report

    Rispondi

  • grisostomo

    grisostomo

    06 Giugno 2013 - 12:12

    Ai grillini calci in culo (tanti) mattina, pomeriggio e sera

    Report

    Rispondi

  • iuchi

    10 Aprile 2013 - 10:10

    Sapevo che ora utilizzano le impronte digitali per potere votare sia alla Camera che al Senato; come fanno i pianisti a votare per gli altri? Se lo fanno andrebbero denunciati per truffa e buttati fuori dall'aula per almeno 30 giorni e senza stipendio. Dopo un mese alla Camera e Senato ci sarebbe il deserto dei tartari. Che stronzi abbiamo al governo!! E non mi vergogno affatto di chiamarli sono con l'appellativo di STRONZI!!!

    Report

    Rispondi

  • noinciucio

    10 Aprile 2013 - 10:10

    Ma scusate, cari grullini, chi controlla il controllore?Siete solo voi saggi, giusti, bravi, buoni, intelligenti, colti e perchè no, giovani e bellocci? Ma fatemi il favore, andate a cagare sulle ortiche!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog