Cerca

La replica del Prof

Monti: l'Italia non contagia nessuno
La replica del premier alla Ue

Mario Monti

Mario Monti è seccato, stizzito, offeso per l'allarme lanciato dal Commissario europeo per gli affari economici Olli Rehn che aveva parlavo di un effetto negativo del debito italiano sulla Ue. Il professore dice: "L’Italia non contagia nessuno". Intanto Monti ha fissato come ineludibili per "cogliere i frutti delle riforme e dei sacrifici" due condizioni: restare nella parte preventiva del Patto di stabilità europeo e ridurre il debito pubblico. Nella prefazione al Documento di Economia e Finanza, il presidente del Consiglio ricorda che "rispetto alla fase più acuta della crisi finanziaria di fine 2011 e inizio 2012  che ha imposto scelte obbligate in tempi serrati, diventa ora possibile mettere in campo una strategia più articolata. Una strategia che combini il rientro sostenibile dal debito eccessivo a riforme per rimuovere le barriere strutturali e stimolare la produttività e per riavviare gli investimenti pubblici produttivi". E in primo luogo "occorre saper sfruttare le opportunità offerte da un quadro europeo oggi più favorevole agli investimenti per la crescita e l’occupazione» dopo le decisioni del Consiglio Ue di marzo e dopo "l’apertura della Commissione Europea verso l’operazione una tantum dell’Italia per pagare i debiti scaduti della pubblica amministrazione»" 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lucia elena

    12 Aprile 2013 - 14:02

    Ti capisco se sei della casta Agnelli o come loro con tanti miliardi in tasca, e non credo affatto Tu faccia parte del popolo del quale io si. Tutti ci hanno deluso ma monti ha fatto di più, ci ha derubati dei nostri piccoli averi, ci ha reso disperati, e ci vuole sppellire vivi. Tu ci porterai dei fiori? No di sicuro perchè noi siamo la plebe vero?

    Report

    Rispondi

  • LapuLapu

    11 Aprile 2013 - 20:08

    Prima di lui c'era la peste bubbonica, altrochè il contagio! Lui è arrivato ed è stato sì costretto a prescrivere una cura da cavallo. Ma solo perchè si era trovato tra le mani un'Italia in coma. Ma adesso l'ha guarita, è salva, è fuori pericolo. E l'Italia adesso può stare in Europa a testa alta. Non più risolini della Merkel e Sarkozy, non più ramanzine della Regina, che brutte figure a quei tempi! Ma nonostante i suoi numerosi successi per il bene del paese, le squadracce mediatiche al servizio del padrone continuano a manganellarlo in maniera indegna.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    11 Aprile 2013 - 19:07

    Ancora un'altra massa di numeri seppellisce il governucolo più ridicolo, indigesto, inutile, spocchioso e inconcludente degli ultimi 40 anni. L'uomo che doveva traghettare l'Italia fuori dal pantano, peraltro pantano non mai ben identificato ne in cifre ne in atti, ha miseramente fallito. Ha colpito le classi medio basse scaraventandole in un girone dantesco. Ha pugnalato le imprese alle spalle. Ha aumentato le tasse senza equità colpendo vilmente il bene più prezioso. Ha distrutto il futuro dei giovani promulgando una riforma delle pensioni tra le più punitive in europa. Non ha mai accennato ad una riforma. Ha massacrato il PIL. Si è coperto di ridicolo all'estero appropriandosi dei meriti di Draghi spacciandoli come suoi e svendendo due fedeli servitori dell'Italia all'India. Ora scopriamo che il debito sotto Monti non solo non è diminuito, ma è anche aumentato! Allora torna la domanda: se a novembre eravamo al default con dati macroeconomici ben migliori, perchè ora saremmo salvi?

    Report

    Rispondi

  • Devogu

    11 Aprile 2013 - 19:07

    Prima il prodi ccon l'entrata nell'euro ora con i salassi dell'agenzia della morte gli italiani se non si riberllano non solo con le chiacchiere che hanno veramente ma veramente stufato ma con i fatti saranno fortunati, tolti i magnifici vincitori di concorso in parlamento, se potrnno mangiare a colazione pranzo e cena solo pane e cipolle.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog