Cerca

Puglia bollente

Berlusconi a Bari con la Pascale e il cane Dudù. E la D'Addario: "Vediamoci"

Oggi Pdl in piazza. L'ex premier: "Serve un governo subito". Intanto impazza il gossip, e Patty torna alla carica: "Silvio, dobbiamo chiarire"

Berlusconi a Bari con la Pascale e il cane Dudù. E la D'Addario: "Vediamoci"

di Claudio Brigliadori

Sarà un sabato caldissimo, quello di Silvio Berlusconi. Un sabato diviso tra politica, con la grande manifestazione del Pdl in piazza a Bari, affetti e qualche insidia. In Puglia il Cavaliere è sceso accompagnato dalla fidanzata Francesca Pascale e, sottolinea l'HuffingtonPost, anche il di lei cagnolino Dudù. Silvio, che con Bersani si sarebbe lasciato andare a qualche malinconica confidenza da casalingo disperato ("Ormai vivo come un'educanda, ho anche la suocera in casa"), avrebbe fatto il proprio ingresso venerdì sera all'Hotel Palace insieme alla Pascale (quella vera) con l'amico a quattro zampe in braccio. Un quadretto sentimentale perfetto, ma c'è qualche ombra incombente.

"Serve un governo subito" - Innanzitutto, per tornare alle cose serie, la situazione drammatica in cui versa l'Italia. "Abbiamo bisogno di un governo subito perché ci sono troppe cose che si devono fare per uscire da questa crisi recessiva che sta diventando troppo grande", ha commentato con i giornalisti che lo attendevano all'hotel. C'è curiosità per ascoltare i toni che il Cav userà con la platea azzurra di Bari. A piazza del Popolo, nell'ultima manifestazione romana, l'ex premier aveva attaccato duramente Bersani e Pd arringando la folla al grido di "Siete pronti per vincere una nuova nuova campagna elettorale? Io sì!". Probabile che oggi pomeriggio Berlusconi sarà un po' più prudente e conciliante davanti ai simpatizzanti azzurri, che giungeranno in città a bordo di un centinaio di pullman.

Torna la D'Addario - Occhio, però, perché a Bari Silvio potrebbe ricevere una sorpresa non si sa quanto gradita. Intervistata dalla tv del Fatto quotidiano, è rispuntata la barese Doc Patrizia D'Addario, figura chiave dell'inchiesta sul giro di escort che sarebbero state procurate dall'imprenditore Gianpaolo Tarantini all'allora premier per le serate romane a Palazzo Grazioli. Storia scoppiata nel 2009 tra telefonate intercettate, ricatti, veleni, sms piccanti. "Sarei felice di incontrare Berlusconi per un chiarimento  - spiega al Fatto una serafica Patty -. Sono stanca di subire ingiustizie sotto il profilo giuridico e morale. Sono contenta che Berlusconi venga a Bari, nella mia città in questi due giorni". E poi l'offerta-richiesta, che non prevede la cena ufficiale con il Cav al modico costo di 1.000 euro: "Mi farebbe molto piacere avere un invito ufficiale per poter chiarire l'inferno che ho vissuto in questi 4 anni e mezzo. se mi fosse data la possibilità di chiarire questi aspetti e quello che ho dovuto subire lo farei volentieri. Voglio questo chiarimento perché questa storia è come un filo doppio che ci lega". Quasi una dichiarazione d'amore, se non ci fosse in mezzo la Pascale. 

 

 

 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    18 Luglio 2013 - 23:11

    Rispetta almeno gli animali!

    Report

    Rispondi

  • guidoboc

    13 Aprile 2013 - 19:07

    Non pensera' che io creda a queste frottole senza senso?E' vero, mea culpa sono un bananas perduto per sempre.

    Report

    Rispondi

  • sentinella f

    13 Aprile 2013 - 17:05

    Festa della Repubblica, dove un Paese non è tutelato da chi dovrebbe salvaguardare i diritti-doveri definiti nella Costituzione. Che il nuovo Presidente non abbia troppi legami di partito, quindi senza tessera elettorale e precedenti.

    Report

    Rispondi

  • sommesso49

    13 Aprile 2013 - 14:02

    Sveglia alle 02.00 del mattino: pulizia delle stalle, cibo agli animali, doccia veloce e pronti per la partenza. Quasi pronti, perchè mia sorella vuole portare a Bari il suo animale da compagnia (un porcellino già agghindato con la bandiera tricolore al collo e le sue amiche che vogliono portare i loro animali d'affezione (una capretta nana ciascuno). E sia! Io porto il mio mastino caricato sul camioncino insieme al maialino e alle caprette. Ore 10.00: Bari, Piazza Libertà. I poliziotti vogliono impedirci di stare sotto il palco. Litigi a non finire fino a quando un ispettore si avvicina e dice ai suoi subordinati: " Lasciateli stare! Questi animali possono stare insieme con gli altri!" Finalmente! Ci sono tanti cani, un porcellino e le capre. Consumiamo un frugale pasto con pane, mortadella, pecorino e vino primitivo. Aspettiamo Silvio che ha fatto la più grande manifestazione contro i poveri: cena da mille euro a partecipante. Alla faccia dei cani e dei porci!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog