Cerca

Corsa al Quirinale

Maroni, Colle: "Né Amato, né Monti, né Prodi"

La mossa di Bobo rischia di rompere il fronte comune con gli azzurri. Oppure potrebbe essere un segnale a Bossi...

Roberto Maroni

La faida interna che sta consumando la Lega rischia di ripercuotersi sugli equilibri dell'intero centrodestra. A rischio, soprattutto, c'è la delicatissima e cruciale scelta del nuovo presidente della Repubblica. Appuntamento a cui Pdl e Lega rischiano di arrivare divisi. Dopo i rumors di venerdì 12 aprile che davano Umberto Bossi, che rappresenta l'ala per così dire berlusconiana della Lega, vicino a fondare un nuovo partito, il giorno successivo il governatore della Lombardia, Roberto Maroni, ha preso le distanze dal Pdl riguardo la strategia da adottare per l'elezione del prossimo inquilino del Quirnale. 

La Lega avrà un proprio candidato al Colle - Bobo ha scritto su twitter: "Né Amato né Monti né Prodi. Lunedì la Lega sceglierá il suo/a candidato/a al Quirinale: un volto nuovo che venga dal mondo del lavoro". Una rottura in piena regola con la strategia del Pdl che, in un momento delicato come quello attuale, ormai da due mesi sta intimando al segretario del Pd Pierluigi Bersani di assumersi le sue responsabilità, ossi di aprire al dialogo con il centrodestra (anche se gli ultimi sondaggi suggeriscono al Pdl di andare al voto: sarebbe il primo partito). 

Solo tattica? - La Lega, dal canto suo, con questa mossa rischia d'incrinare il già fragile equilibrio del dialogo che tra alti e bassi sta comunque proseguendo. La mossa di Maroni potrebbe anche essere letta come uno schiaffo a Bossi o, molto più probabilmente, come un tentativo di dare una raddrizzata ai sondaggi, non certo lusinghieri per il Carroccio. Maroni potrebbe alzare il livello dello scontro per le prime tre votazioni, insistendo su un nome gradito alla base del Carroccio, per poi tornare a far fronte con il Pdl dalla quarta votazione, da quando cioè si proseguirà con il ballottaggio tra le due personalità più votate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antoniofasano

    16 Aprile 2013 - 22:10

    dici che "non contano un azzo?". E io che credevo che non contassero un cazzo!

    Report

    Rispondi

  • antoniofasano

    16 Aprile 2013 - 22:10

    Invece di elegere uno che ha succhiato il sangue agli italiani con le tasse elegiamo uno che ha succhiato l'uccello a Gheddafi???

    Report

    Rispondi

  • mallardogiulio

    15 Aprile 2013 - 00:12

    Amto-Monti-prodi:ecco i tre dell,ave maria,ma come si fa a proporre uno di questi personaggi che hanno succhiato il sangue con le tasse.poi la cosa più comica Vendola rosso dalla testa ai piedi che propone Prodi al colle.Ma gente possibile che siete così imbecilli asentire ancora questi personaggi come:Vendola-Grillo-Bersani-Bindi ed altri,non vi rendete conto che vi prendono per i fondelli e vivono alle vostre spalle.Poi però non protestate se rimanete disoccupati.queste sono veramente le comiche galattiche con figura di merda davanti al mondo,come se figure di merda non ne avessimo gia fatte con i MARO CHE RISPETTO E SONO SOLIDALE CON LORO.

    Report

    Rispondi

  • moranma

    14 Aprile 2013 - 15:03

    più nessuno a quello che dice. Maroni ha un cappio al collo enorme messo da Berlusconi con la sua nomina a presidente della LOmbardia! La Lega si deve rassegnare, alle prossime elezioni B. sarà il candidato premier (come lo era alle ultime!)e sarà costretta ad appoggiarlo, perdendo amcora voti!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog